Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Otto tonnellate di rifiuti raccolti nelle feste del paese

Più informazioni su

ROCCASTRADA – Oltre 8 tonnellate di rifiuti raccolti in maniera differenziata, con 1.545 kg di carta, 3.855 kg di organico e 2.670 kg di multimateriale, che comprende vetro e plastica. Sono i numeri che confermano la sensibilità ambientale delle sette ecofeste che hanno animato l’estate sul territorio di Roccastrada da giugno a settembre, dalla Sagra degli Strozzapreti al Settembre Roccastradino, passando per la Sagra della Ribollita, quella della Patata, la Trebbiatura nell’Aia, la Sagra del Maccherone e quella del Porcino.

“I numeri della raccolta differenziata portata avanti dalle sette ecofeste – afferma Francesco Limatola, sindaco di Roccastrada – dimostrano l’impegno e la sensibilità mostrata dalle associazioni che le hanno organizzate per una corretta gestione dei rifiuti e una crescente tutela del nostro ambiente. A ognuna di loro va un sentito ringraziamento da parte dell’amministrazione comunale, che ha sostenuto la crescita delle ecofeste, arrivate a sette nell’estate appena conclusa, con l’obiettivo di renderle un buon esempio virtuoso anche per i cittadini e di sostenere l’impegno del Comune su questo fronte. A confermare che siamo sulla strada giusta, sono i primi dati sulla raccolta differenziata, che sono positivi e portano a un forte innalzamento percentuale della stessa, stimolando nuove iniziative di sensibilizzazione rivolte a tutto il territorio”.

“La corretta gestione dei rifiuti – aggiunge Emiliano Rabazzi, assessore alla cultura e all’ambiente di Roccastrada – è un tema sul quale l’amministrazione comunale di Roccastrada sta lavorando molto per sensibilizzare i cittadini sulla sua importanza sia sotto l’aspetto della tutela ambientale che sotto il profilo economico. A testimoniare l’impegno del Comune e del suo tessuto associativo sono sette ecofeste estive, in crescita ogni anno, inserite in un panorama provinciale che ne conta soltanto due in altri Comuni e di cui una è Festambiente.

Durante le nostre ecofeste, la percentuale di raccolta differenziata è stata pari, in media, al 63 per cento e questo ha portato a un risparmio del 41 per cento nel costo di trattamento dei rifiuti rispetto a quanto avremmo dovuto sostenere se i rifiuti fossero stati non differenziati. Un dato positivo anche sotto il profilo economico, che fa ben sperare per la crescita della nostra raccolta differenziata”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.