Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Baccetti: «I migranti? Hanno lavorato per poche ore, giusto il tempo per le foto»

ROCCASTRADA – «80 migranti a Roccastrada con un unico beneficio a favore di chi li gestisce, oltre 3.000 euro al giorno pagati con i soldi dei cittadini italiani. Ma il sindaco Limatola contento sbandiera che i migranti a Roccastrada sono utili, si occupano di lavori di pubblica utilità». Moreno Bellettini e Simonetta Baccetti di “Insieme per Roccastrada” intervengono sulla questione migranti a Roccastrada.

«A noi risulta che solo qualcuno si è reso disponibile a fare qualcosa ”lavorando” per poche ore (giusto il tempo per qualche foto per la stampa). I cittadini di Roccastrada non hanno mai visto pattuglie di pseudo profughi indaffarati nei lavori di pubblica utilità – proseguono Baccetti e Bellettini -. Ormai sono presenti da molti mesi e se i 60 maschi fossero stati impiegati per i lavoretti di normale manutenzione il capoluogo e le frazioni non sarebbero a rischio idraulico a causa delle caditoie e canale di scolo stradale occluse, invasi dalle erbacce, le pavimentazioni delle piazze e dei monumenti sarebbero a norma e puliti, le buche delle strade chiuse e i parchi in condizioni decenti. 60 lavoratori impiegati soltanto per due giorni in ogni paese, avrebbero risolto con poca fatica quanto sopra elencato, restituendo a tutto il comune l’attuale carente decoro urbano».

«Ma questo avviene soltanto nei sogni, la realtà ha ben altre sfaccettature, gli pseudo rifugiati bighellonano tutto il giorno, non sono sufficientemente controllati, si spostano continuamente, non sappiamo a fare cosa, anche verso Grosseto usufruendo dei mezzi pubblici, sembra con un abbonamento speciale e una cifra irrisoria usufruendo della legge regionale n° 100 del 1998, quella riservata a invalidi e categorie protette coperta da fondi regionali, ancora una volta soldi delle nostre tasse alla faccia dei cittadini in disagio economico. Rimane incomprensibile questa ulteriore agevolazione nei confronti di chi si sposta per non fare nulla, quando studenti, lavoratori e cittadini normali di norma pagano per spostarsi da Roccastrada a Grosseto o dalle frazioni a Roccastrada in un mese rispetto a quello che le cooperative pagano per i loro ospiti per un anno. Molto altro si potrebbe dire nei confronti dei pseudo profughi e di chi li gestisce, ma non vogliamo ripetere quanto appare quotidianamente nelle cronache della stampa locale e nazionale. Vogliamo concludere ricordando a chi come il “piazzista” Limatola parla di integrazione di non ignorare che come ha confermato un recente sondaggio , il 60% degli islamici non vuole integrarsi, vorrebbe che la religione governasse gli stati, rifiutano il cibo italiano, non tollerano che le figlie studino, vadano in discoteca, non usino il velo e sposino cattolici…»

«Detto questo invitiamo il sindaco, degno discepolo di Renzi e del PD a non rallegrarsi troppo della sua decisione di aderire allo SPRAR , ad attivarsi per far allontanare dal comune di Roccastrada almeno 50 dei migranti presenti e tenersi quelli previsti dall’accordo stato comuni. In caso contrario il comune di Roccastrada vedrà aumentare le presenze dalle attuali 80 a oltre le 100 con tre soggetti gestori . Dopo quanto sopra esternato invitiamo cortesemente alcuni bravi giornalisti della carta stampata, consapevolmente o inconsapevolmente amici del PD e di Limatola, a dare in nome della corretta informazione, come nel recente passato, spazi sufficienti anche a chi rappresenta una parte della popolazione che non la pensa come loro. Magari telefonando qualche volta anche a chi non la pensa come lui , affacciarsi alle finestre di casa, o fare qualche passeggiata nelle frazioni per verificare la attendibilità delle notizie e sentire l’altra parte della politica. Saremo ben lieti di accompagnarli a visionare quelle anomalie che vengono cercate e messe in evidenza in comuni di colore diverso e fargli vedere quanto lavorano i pseudo profughi». Conclude.

Tutte le news di ROCCASTRADA le trovi QUI

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.