Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Pd: «La Coop di Barbanella potrebbe chiudere, pronti a lottare ancora per i cittadini»

Più informazioni su

GROSSETO – “Era l’agosto del 2012 quando la Coop di Via Rovetta, nel quartiere Barbanella, chiudeva le serrande dopo una lunga storia iniziata nel 1968. Ricordando quanto, allora, la decisione di Unicoop Tirreno abbia creato disagi a uno dei quartieri più popolosi del capoluogo, disagi che primi fra tutti colpirono gli anziani che nel negozio trovavano un supporto logistico ma anche un punto di aggregazione”. A ricordarlo è il circolo Pd di Barbanella.

“L’intero quartiere si mobilitò – ricorda la nota – e il circolo Pd di Barbanella fece la sua parte interagendo con i vertici della cooperativa tramite i propri rappresentati, confronto, che tra gli altri, portò all’apertura del punto vendita di via Pirandello, dove in questi anni, anche contando sulla sinergia con i piccoli negozi di vicinato, si è riusciti a dare la risposta che i cittadini si aspettavano.

Paradossalmente oggi la storia sembra ripetersi nuovamente e la gente di Barbanella è già in fibrillazione per le voci ventilate di una possibile chiusura anche del negozio di via Pirandello aperto da appena tre anni”.

“Come circolo Pd di Barbanella – aggiunge la nota – pur nel rispetto delle ragioni commerciali di questa eventuale scelta, chiedendo che prima di tutto si debba tenere conto delle posizioni dei dipendenti e dei loro livelli occupazionali non consideriamo di certo di second’ordine la ricaduta sociale che un tale evento avrebbe sulla cittadinanza.

In attesa di rassicurazioni in merito, Unicoop Tirreno sappia che faremo tutto di quanto in nostro potere sia a livello politico con il nostro partito, così come tra le vie del nostro quartiere, appoggiando fin da ora una raccolta firme e proponendo tutte le azioni necessarie affinché Barbanella non riceva quest’ulteriore schiaffo che penalizzerebbe l’indotto di una realtà economica allo stremo e tutti quei cittadini che del loro quartiere ne fanno la propria città”.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.