Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

32 milioni dai fondi della geotermia. Verruzzi: «Strade, aree dissestate e internet»

MONTIERI – «Possiamo dire senza timori di smentita che quella di due giorni fa è stata una giornata importante con uno sguardo rivolto al futuro. Il tavolo istituzionale dei comuni geotermici riuniti in Cosvig alla presenza dell’assessore regionale all’ambiente ed all’energia, Federica Fratoni, presso gli uffici della Regione Toscana, ha dato approvazione ad un fondamentale accordo quadro». È il commento del sindaco di Montieri, Nicola Verruzzi.

«Dopo mesi di lavoro che hanno coinvolto i comuni, Cosvig, gli uffici regionali e quelli delle varie province coinvolte, quello che sembrava un obiettivo difficile da conseguire ben presto comincerà a prendere forma. I comuni e la Regione hanno deciso di destinare una quota dell’accordo regionale sulla geotermia, per la precisione quella fetta che per legge sarebbe di spettanza regionale, all’ammodernamento viario ed alla messa in sicurezza di alcune importanti arterie stradali».

«Un accordo che avrà una durata di otto anni con una dotazione finanziaria da quattro milioni di euro all’anno che sarà finalizzato a cercare di affrontare e risolvere, almeno in parte, uno dei gap strutturali più limitanti per questi territori ossia quello delle infrastrutture viarie – afferma Verruzzi -. È stata una scelta ponderata a lungo ma alla fine la possibilità di sviluppare progettualità comprensoriali che potessero andare ad incidere su problemi strutturali di quest’area ci è sembrata un’occasione da non lasciarci sfuggire; a maggior ragione in un momento storico nel quale le province per le condizioni economiche ed organizzative nelle quali versano non possono minimamente investire le risorse che sarebbero necessarie per intervenire e risolvere i problemi del nostro reticolo viario».

«Per questo motivo come area geotermica abbiamo sentito la necessità di compiere questo sforzo cercando di guidare un processo che potrà rivelarsi decisivo nei prossimi anni per la tenuta del tessuto economico sociale dell’area e per la sua valorizzazione nonché per permettere di compiere un notevole passo in avanti in termini di modernità e di riduzione delle distanze dai principali centri commerciali e dai luoghi di lavoro più abituali per i residenti delle nostre zone».

«Nei mesi scorsi è partito un lungo lavoro di ricognizione volto ad individuare tutti gli interventi ammissibili di inserimento all’interno dell’accordo quadro. Un accordo diviso in due parti: da una parte il delicatissimo tema della messa in sicurezza del nostro reticolo viario interessato in questi anni, e parlo dell’area geotermica nel suo complesso, da vari fenomeni franosi o da problematiche di dissesti che in molti casi hanno reso e rendono estremamente complicata, e per certi versi poco sicura, la percorrenza di molte strade. C’è da dire che in alcuni casi stiamo parlando di strade ad alta percorrenza, soprattutto nel periodo primaverile ed estivo».

«Dall’altro la progettazione di interventi di miglioramento e di ammodernamento di arterie sensibili, essenziali per l’area. Il comune di Montieri, all’interno dell’accordo, ha ottenuto una previsione finanziaria di ottocentotrenta mila euro (è questa infatti la previsione di spesa prevista dal progetto redatto dalla Provincia di Grosseto) per un intervento di messa in sicurezza di un importante movimento franoso che da anni interessa la SP 5 Galleraie tra Montieri e Travale – precisa il primo cittadino -. L’intervento è stato riconosciuto di priorità 1 in quanto l’arteria in questione rappresenta uno snodo di collegamento essenziale tra il senese ed il fiorentino con il mare oltreché una strada di vitale importanza per i residenti e per le attività economiche dell’area. All’accordo quadro seguirà una specifica convenzione con la quale si definiranno tempi e modalità dell’intervento che comunque contiamo di vedere iniziato nel prossimo biennio».

«Inoltre il lavoro di squadra con i comuni di Castelnuovo Val di Cecina e Monterotondo Marittimomo ha permesso lo stanziamento di sette milioni e mezzo di euro per un’opera di ammodernamento infrastrutturale del versante sud della SR 439 Sarzanese Valdera. Si tratta di un’ulteriore dimostrazione dell’impegno e dello sforzo di questi comuni e di quest’area nel cercare di tutelare il proprio territorio e di predisporre le migliori condizioni possibili per un sua tenuta, economica, sociale e demografica e per un suo sviluppo futuro. Questo va ad aggiungersi al protocollo d’intesa sottoscritto con la Regione un anno e mezzo fa e relativo al cablaggio con la fibra ottica del territorio comunale. Una parte dei lavori sono stati realizzati ed in una riunione, tenutasi quest’oggi, abbiamo posto le basi e calendarizzato le opere che rimangono da realizzare e che entro il prossimo anno porteranno alla copertura dell’intero territorio comunale».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.