Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Gea parte con la serie C nel mirino. Furi: «Vogliamo riscrivere la storia»

Più informazioni su

GROSSETO – «Vogliamo riscrivere la storia della pallacanestro a Grosseto e ridare una visibilità alla nostra città a livello regionale, salendo tanto per cominciare in serie C».

David Furi, presidente della Gea Basketball vuole diventare sempre più protagonista nel mondo della palla a spicchi. Dopo aver vinto il campionato di Promozione al primo anno di attività, la Gea, targata Cooplat, lo scorso anno ha concluso il campionato di serie D al quinto posto. E nella stagione che prenderà ufficialmente il via il prossimo 1° ottobre i biancorossi vogliono fare ancora meglio. «L’obiettivo dichiarato – aggiunge Furi, che guiderà ancora la prima squadra – è di arrivare nei playoff, da quest’anno allargati alle prime otto formazioni del girone. Primo passo per giocarsi tutte le carte a disposizione per salire in serie C. Molto dipenderà dai giocatori che avremo a disposizione e di quelli che ci mancheranno nel corso del campionato. Non sarà facile confermarci ma ci proveremo con tutte le nostre forze».

«Vogliamo diventare – aggiunge David Furi – un punto di riferimento per Grosseto e provincia. Per questo tra i nostri obiettivi c’è quello di incrementare il numero dei praticanti e creare una base importante».

La squadra che parteciperà al prossimo torneo di serie D si sta allenando da un paio di settimane, sotto gli occhi dei tecnici Furi e Goiorani e del preparatore atletico Goracci. «Abbiamo confermato il gruppo dello scorso anno e aggiungeremo un gruppo di Under 18, a partire da Piccoli, che lo scorso anno ha fatto alcune apparizioni. Rispetto allo scorso anno è tornato Samuele Tattarini, reduce da una buona esperienza a Piombino e prima della chiusura del mercato valuteremo se rinforzare il nostro organico, comunque già comunque competivo».

Per la Cooplat è il momento di testare il lavoro fatto in questi quindici giorni: giovedì 7 settembre Santolamazza e compagni saranno di scena al Pispino di Porto Santo Stefano alle 20 per una sgambata con il quintetto dell’Argentario. Venerdì 22 è invece prevista un’amichevole a Siena con il Costone, compagine che milita in serie C. Prima dell’Opening Day è prevista una terza gara, ancora da stabilire.

La Cooplat Gea Grosseto è stata inserita nel girone B di serie D, del quale fanno parte anche Basket Biancorosso Empoli, Gialloblù Bk Castelfiorentino, Cus Pisa, Bellaria Cappuccini, Basket Calcinaia, Pall. Valdera, Pall. Castelfranco Frogs, Versilia Basket 2002, Valdicornia Venturina, Basket Donoratico, Fides Pallacanestro Livorno, Libertas Basket Lucca, Chiesina Basket, Shoemakers Monsummano, Lella Basket Pistoia,

Soddisfazione è stata espressa dal sodalizio grossetano anche per il rinnovo del contratto di sponsorizzazione con la Cooplat, una società di servizi con sede a Firenze che opera nelle province di Arezzo, Siena e Grosseto. «Un punto di partenza importante – commenta Furi – Giocheremo anche per il nostro sponsor e per tutti quanti hanno deciso di abbinare il loro marchio alla Gea Basketball».

La rosa

Matteo Bambini guardia 1998 1,88
Mattia Contri ala 1989 1,89
Marco Dolenti guardia 1985 1,87
Edoardo Furi play 1992 1,80
Mirko Gabbrielli ala 2002 1,84
Nicola Giovacchini ala-pivot 1987 1,89
Cesare Goracci guardia 2001 1,86
Leonardo Malentacchi ala-pivot 1998 1,90
Lorenzo Morgia guardia 1996 1,89
Giacomo Neri ala-pivot 1996 1,92
Giovanni Piccoli ala 2001 1,86
Giacomo Pierozzi ala 1991 1,89
Mattia Ricciarelli ala-pivot 1986 2,05
Dario Romboli guardia-play 1994 1,80
Marco Santolamazza ala alta 1981 1,90
Andrea Scarpino ala 1999 1,80
Samuele Tattarini ala 1998 1,87
Francesco Villano guardia 1992 1,76
Marco Zambianchi pivot 1982 2,00

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.