Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Siccità, Verdi: «Inammissibile la preapertura, necessario sospendere anche la caccia»

Più informazioni su

GROSSETO – «Nelle ore scorse l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) ha chiesto alle regioni di sospendere l’attività venatoria a causa dell’eccezionale situazione di siccità e dei drammatici incendi che hanno coinvolto le regioni». Affermano Andrea Fusari coordinatore Esecutivo regionale federazione dei Verdi della Toscana e Fernando Bolognesi portavoce circolo Verdi Follonica e Grosseto.

«Come Verdi della Toscana facciamo nostra questa richiesta e alle soglie della preapertura della caccia – prosegue la nota inviata anche al presidente della Toscana Enrico Rossi – non possiamo non lanciare alle istituzioni un forte appello alla responsabilità, diretto in primis al presidente della Regione Rossi e a quelli delle province toscane. Viste le preoccupanti condizioni di siccità e incendi diffusi, per cui da più parti si richiede lo stato di calamità, appare più che ragionevole non solo rimandare la preapertura, ma anche mettere in discussione l’apertura vera e propria, in attesa di migliori condizioni climatiche».

«Si tratta di una necessità oggettiva, dettata dal fatto che non piove da mesi: le specie di animali immessi da Atc e Province, come fagiani e lepri, sono stressati e affaticati dalla mancanza d’acqua al punto che gli stessi cacciatori vengono visti nelle campagne a foraggiare gli animali lasciando del cibo. In tale contesto risulta indispensabile anche uno scatto di responsabilità da parte delle associazioni venatorie: i cacciatori dovrebbero, infatti, essere i primi a convenire su questa posizione di buon senso. Serve urgentemente un atteggiamento di maturità da parte di tutti: non è assolutamente ammissibile la preapertura della caccia in queste condizioni. Attendiamo – conclude – che gli enti preposti ne prendano atto e agiscano di conseguenza».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.