Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Laguna, la Confesercenti invia la petizione alla presidente Laura Boldrini: «È necessario il Consorzio per la gestione»

ORBETELLO – C’è la firma di Giovanni Caso ed Enrico Tellini, presidente e vicepresidente vicario di Confesercenti provinciale, sotto la petizione inviata, nei giorni scorsi, alla presidentessa della Camera dei deputati Laura Boldrini in merito alla proposta di legge per la creazione di un Consorzio per la gestione della Laguna; proposta che, dal 2011, giace in Commissione ambiente e ancora attende la discussione in aula.

Si tratta di una proposta di legge (primo firmatario l’onorevole Luca Sani) che ha già alle spalle un primo passaggio anche in Consiglio regionale della Toscana nel ben lontano 2009. «È un buon punto di partenza – afferma Confesercenti – a cui il Parlamento dovrebbe dedicare urgentemente lo spazio necessario».

«Dopo la fase commissariale, durata oltre 20 anni – si legge nella petizione -, la laguna risente dei cambiamenti climatici del nostro pianeta e della scarsità di precipitazioni piovose, cause queste che determinano condizioni identiche a quelle che precedettero la catastrofe del 2015, che ricordiamo brevemente. Furono 100 le tonnellate di pesce che morì provocando un eccezionale problema di carattere sanitario, la cooperativa di pesca, famosa e celebre nel mondo che lì opera, subì conseguenti e rilevanti danni economici, a cui si aggiunsero i danni, soprattutto di immagine, del comparto turistico che rappresenta un assett importante dell’economia del nostro territorio».

«Il territorio in cui si trova Orbetello ha due rappresentanti parlamentari – prosegue Confesercenti nella petizione -: lo stesso On. Luca Sani e l’On. Monica Faenzi. Gli stessi hanno garantito il loro sostegno ed interessamento già nel corso dell’iniziativa dello scorso giugno che si è tenuta proprio presso la sede dell’associazione di categoria. Nel frattempo continueremo a sollecitare i partiti presenti sul territorio affinché richiamino la giusta ed opportuna attenzione da parte dei loro gruppi parlamentari. Occorre un’azione corale perché la Laguna non è certamente un bene di pochi ma dell’intera comunità internazionale così come fu sancito dalla convenzione Ramsar nel lontano 1971 ed è la vita di una piccola comunità».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.