Nasce il Trofeo Grosseto è possibile: il ricavato a Telethon

GROSSETO – La Asd Beach Sport Maremma organizza un torneo di beach tennis. Non la competizione tradizionale, ma di qualcosa di molto più prezioso dal punto di vista sociale e sportivo: protagonisti saranno infatti atleti e giovani disabili che, in coppie, si sfideranno sulla sabbia. E’ il “I Trofeo Grosseto è possibile”, organizzato in collaborazione con la onlus Tutto è possibile nei giorni martedì 29 e mercoledì 30 agosto, dalle 20 in poi. La location sarà l’impianto di beach tennis, che si trova in via Scopetani a Grosseto, all’interno della Cittadella dello studente. “L’iniziativa – dice il vicepresidente di Beach sport Maremma Luciano Langella – nasce dalla volontà di far praticare questo sport anche a ragazze e ragazzi con disabilità, giocando un torneo in coppia con un normodotato”.

Per questo la manifestazione vedrà impegnati anche il Comitato provinciale Csen di Grosseto, attivo nella promozione sportiva, e la PlanetOne, realtà impegnata nella formazione e nell’inserimento nel mondo del lavoro dei ragazzi disabili. Sarà inoltre presente anche la Beach tennis accademy grossetana, che individuerà gli atleti per formare le coppie con i ragazzi della onlus. Non mancherà infine Telethon (cui sarà devoluto il ricavato) che metterà invece a disposizione premi e gadget per tutti i partecipanti.

“Tutti questi soggetti insieme – dice il vicesindaco di Grosseto Luca Agresti – sono riusciti a creare un’ottima occasione di crescita e divertimento per i giovani con disabilità, ma anche per chi, con loro, è pronto a mettersi in gioco aprendo a nuove sfide. Segno che quando si uniscono le forze i risultati arrivano: e l’Amministrazione comunale non poteva certo tirarsi indietro, con l’obiettivo che questo evento diventi un appuntamento fisso in città”. Anche l’assessore al Sociale Mirella Milli accoglie con entusiasmo l’iniziativa: “L’estate si chiuderà in bellezza per molti giovani del territorio che aderiscono all’associazione Tutto è possibile – spiega -: lo sport è parte integrante della vita e, così come il lavoro, può dare grandi opportunità di inserimento, ma anche di serenità. Siamo convinti che questo torneo ne darà conferma”.

Commenti