Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Catalani: «Il Grey Cat è un successo, grazie a tutti quelli che l’hanno reso possibile»

Più informazioni su

FOLLONICA – Giunto alla sua 37esima edizione, si attesta come una delle kermesse maggiormente riconosciute a livello regionale; oltre naturalmente al calibro degli artisti ogni anno ospitati e alla felice e consolidata direzione artistica di Stefano Cocco Cantini, il motivo di un così largo consenso nasce sicuramente anche dal fatto che negli anni ha saputo collegarsi con le realtà culturali del territorio.

Musei, arte contemporanea e presentazione di prodotti tipici sono stati una scelta vincente alla quale possiamo dire con soddisfazione si è aggiunta da due anni la formula dello Street Club; si tratta di un’idea nata lo scorso anno in seno al Cantiere Cultura di Follonica e sostenuta dall’associazione RealGiallu, che da anni si dedica alla promozione della musica in ogni settore della società, nonché dall’associazione culturale Fonderia3.

Con questa formula si è voluto rispondere ad una precisa richiesta dell’amministrazione e in particolare dell’assessorato allo sviluppo delle politiche culturali che cerca di portare ‘per la strada’ ogni forma di cultura possibile: arti visive, performance e musica. Ecco che il quartiere di Senzuno ha accolto la proposta di una festa del jazz animando via della Repubblica e Via spiaggia di Levante registrando uno straordinario successo di pubblico.

“E’ stata una sfida – dice l’assessore Barbara Catalani – eravamo tutti preoccupati, sia noi come amministratori, sia il Cantiere Cultura, RealGiallu e Fonderia3 come organizzatori, sia i commercianti, invece tutto è filato liscio e la città ha dato una risposta straordinaria. Vedere Via della Repubblica liberata dalle macchine e riempita di persone, di musica, di cibo è stato davvero emozionante e ci ha dato la dimensione di come si può cambiare prospettiva, quando tutti ci impegniamo a farlo.

Certo – continua la Catalani – il cambiamento comporta anche la capacità di sapere reinventare sia il proprio lavoro che le proprie abitudini, ma la comunità di Senzuno ha dato esempio che questo è possibile. Non abbiamo una stima precisa di quanta gente si sia riversata per quelle strade, abbia animato il Circolo Cala Violina, o i tanti locali aperti nel quartiere, certo è che la sensazione è stata proprio bella sia nei commercianti che negli abitanti che nel pubblico.

Vorremmo ringraziare, tramite l’organizzazione del Comitato Cantiere Cultura, tutti i partecipanti: Creation Duo, Circolo LaAV, Bruno Casini, la Bottega del Ciarlatano, Marco Ronconi e Amedeo Monda, Tito Blues, Multiverso Arte e Silvia Nerelli, Trieste Meolo Roncade, Luca Marianini, Andrea Vanni, Daniele Nannini, Riccardo Butelli e Diria Ceccarelli per il Laboratorio dello Spettacolo, Leitmotiv Duo, Alberto Prunetti, Fonderia 3, Francesco Favilli, Raffele Boni, Air Flamenco Trio e la Scuola di Flamenco di Francesca Angotti, Davide Cicciarrè, Alessandro Vannuccini, Guglielmo Eboli, Francesco Ceri, Fabio Elmini, il Teatro Off, la Fantomatik Orchestra, Rossano Gasperini, Raffaele Pallozzi e Luciano Malucchi, la Scuola di Musica Bonarelli, per le sculture Matteo Maggio e Vetreria Chiti, per le foto Filippo Milani, Alessandro Burato e Romina Zago.

Grazie inoltre a tutti i commercianti di Senzuno che hanno  contribuito, e soprattutto a tutti i cittadini di Follonica che hanno partecipato. Ancora un ringraziamento all’Aps I Pratini di Valle, composta da VAAB, Cooperativa Il Nodo, Cooperativa Arcobaleno e Amici del Cane) che domenica sera hanno ospitato il concerto di  Arianna Masini Quartet, registrando ben 150 spettatori, un successo per uno spettacolo che ha visto una nuova location del Grey Cat.

Ed infine altra grande serata ieri sera (lunedì 7 agosto)- conlude l’Assessore – , in una magica Piazza Sivieri che ha ospitato il travolgente Gegè Telesforo; in una cornice insolita per la centrale piazza della nostra città, i tavoli allestiti per la cena dall’Associazione Ristoranti di Follonica insieme al palco sul quale il bravissimo musicista si è esibito, hanno raccolto in un unico spettacolo un’altra tappa prestigiosa del Grey Cat jazz festival”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.