Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovi mezzi per il Consorzio di bonifica Costa: cinque macchine per maggiore capacità di intervento

VENTURINA (LI) – Il Consorzio 5 Toscana Costa ha da poco rinnovato il proprio parco macchine per migliorare la propria attività sul territorio e rendere più efficaci gli interventi di manutenzione ordinaria, nei quali l’Ente è quotidianamente impegnato.

Da oggi sono 5 le nuove macchine operatrici a disposizione del Consorzio di Bonifica, 3 direttamente acquistate, che andranno stabilmente ad implementare la capacità produttiva dell’Ente, altre due noleggiate per affrontare al meglio l’intenso programma di attività definito per i prossimi mesi.

I nuovi mezzi in dotazione del Consorzio in pianta stabile sono due trattrici agricole, dotate una di un braccio decespugliatore, l’altra di un trincia retroportato idraulico ed una trattrice operativa semovente Energreen, con braccio fino a 13 metri dotato di testata trinciante reversibile, capace di agevolare i lavori di trinciatura anche in spazi di manovra ridotti, e di sfalciatura dell’erba in entrambi i sensi di marcia, senza bisogno di girare la macchina, con notevole riduzione dei tempi e dei costi di lavoro, nonché dei consumi di carburante, raddoppiando così la produttività e l’efficacia dell’intervento, nonché un ridotto impatto ambientale essendo una macchina Euro6.

Oltre all’acquisto di 3 nuovi mezzi, il Consorzio 5 Toscana Costa ha provveduto anche al noleggio di due ulteriori macchine operatrici, per realizzare gli interventi programmati nell’ambito del progetto Europeo Life Rewat per la gestione sostenibile della risorsa idrica in Val di Cornia, ed in particolare un escavatore ed una ruspa con lama Buldozzer, una lama rigida in grado di esercitare maggiore forza sul terreno, adeguata per l’intervento previsto da progetto di spostamento delle ghiaie sul Fiume Cornia nella zona Forni di Suvereto.

Un investimento ed un rinnovamento, quindi, non soltanto del parco macchine che oggi può contare su 5 unità in più, ma rinnovamento anche delle attrezzature per accelerare ed efficientare l’intervento del personale operaio sul territorio; oltre infatti al già citato braccio decespugliatore e trincia retroportato idraulico, il Consorzio ha provveduto ad acquistare un ulteriore braccio decespugliatore ed una nuova benna falciante per lo sfalcio della vegetazione in alveo.

“Un impegno economico ed un investimento importante – ha dichiarato il Presidente Giancarlo Vallesi – che va nell’ottica di potenziare il parco macchine in dotazione dell’Ente, riducendo i tempi ed i costi di lavorazione per poter realizzare un numero decisamente più alto di interventi rispetto al passato, così come stabilito dai principi dettati dalla Regione Toscana che va a definire un reticolo in gestione notevolmente ampliato che passa da 1000 a 3000 Km, interessando nuovi corsi d’acqua, che sino ad oggi erano stati esclusi dagli interventi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.