Quantcast

Grifone d’Oro 2017: il premio va al Caseificio Il Fiorino. Il 10 agosto la consegna

Più informazioni su

GROSSETO – Il Consiglio Direttivo della Proloco di Grosseto, presieduto da Umberto Carini, si è riunito mercoledì 5 luglio nell’ufficio del sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, che ha votato insieme a loro anche nel ruolo di presidente della Provincia, per l’assegnazione del prossimo “Grifone d’Oro”.

Quest’anno la scelta è andata al Caseificio Il Fiorino.

Il Grifone sarà consegnato dal presidente della Proloco alla presenza del Sindaco in piazza Dante, la sera del 10 agosto, festa del Patrono San Lorenzo, nell’intervallo del concerto eseguito dall’orchestra Città di Grosseto.

L’anno passato il Grifone d’Oro era stato assegnato alla Comunità di Nomadelfia, una comunità storica, unica in Italia, fondata da Don Zeno Saltini, che diventato sacerdote accolse con sé un giovane appena uscito dal carcere e che ha realizzato l’ideale della fraternità nel mondo di oggi.

Il Caseificio Il Fiorino di Roccalbegna è un’eccellenza nel settore caseario.

Si tratta di un’azienda nata nel 1957, che produce formaggi, creati da latte proveniente esclusivamente da allevamenti selezionati in Maremma.

Le origini risalgono alla famiglia Fiorini, di origini tosco-romagnole. Un documento del 1812 riporta la notizia del battesimo a Roccalbegna di Francesco Fiorini, probabilmente il primo della famiglia ad acquistare proprietà agricole in Maremma e dedicarsi stabilmente all’allevamento di ovini. Nel 1925 un suo discendente, Ferrero, sposò Caterina Pandolfi di Roccalbegna, e aprì in paese una bottega di vari generi, anche alimentari. Ebbe due figli, Silvestro e Duilio, quest’ultimo fondatore dell’attuale azienda “Il Fiorino”.

Ogni giorno i mezzi raccolgono il latte e giungono al caseificio, ubicato a Roccalbegna (Loc. Paiolaio), dove inizia la lavorazione. Dopo un’analisi interna, avviene una selezione in base alle caratteristiche del latte e in funzione del tipo di formaggio da realizzare. L’obiettivo è mirato alla massima qualità indipendentemente dalla resa.

Presso il paese, dove sorgeva il vecchio stabilimento artigianale, è stata ampliata e restaurata la grotta del Fiorini, che costituisce il cuore dell’intero caseificio. È in questi ambienti suggestivi che escono i prodotti più rinomati del “Fiorino”, quali il Pecorino Riserva del Fondatore, il Pecorino Grotta del Fiorini e il Cacio di Caterina.

Le specialità del Fiorino si trovano nei più prestigiosi punti vendita di tutto il mondo, a Londra come a New York , insieme alla migliore enogastronomia internazionale.

Numerosi i premi, gli attestati e i riconoscimenti conseguiti in ambito nazionale e internazionale nel corso degli anni.

Più informazioni su

Commenti