Grifone a rischio, Firenze boccia l’Us Grosseto

GROSSETO – Colpo di scena inatteso per il Grifone dei Ceri. Quando tutto sembrava ormai fatto per la nascita dell’US Grosseto è arrivato un clamoroso “no” da parte della Lega Nazionale Dilettanti, comitato Toscano. Firenze, sede deputata a decidere per il campionato di Eccellenza cui prenderanno parte i biancorossi, ha infatti detto no alla richiesta di cambio nome da Ac Roselle a US Grosseto: nome troppo simile, quello richiesto, rispetto all’ancora esistente FC Grosseto. La famiglia Ceri, in attesa di capire cosa faranno Pincione e soci, rischia di lasciare la città senza squadra di calcio.

Col suo rifiuto, Firenze ha passato la palla a Roma: a questo punto sará la Lega Calcio a decidere se accettare la richiesta formulata; se il parere della FIGC Toscana è comunque richiesto dalla sede centrale prima di prendere una decisione, fa ben sperare il precedente dell’AC Grosseto.

Dopo l’addio di Camilli il progetto dell’allora giunta Bonifazi fu inizialmente bocciato da Firenze ma poi approvato da Roma, prima dell’arrivo di Pincione che fece tramontare quell’idea. Gli incartamenti sono stati inviati d’urgenza alla Lega e già nei prossimi giorni giungerá una decisione.

Nell’attesa i tifosi biancorossi sono col fiato sospeso. La famiglia Ceri, alla richiesta di trovare un altro nome come Città di Grosseto dice seccamente no: i tifosi del Grifone hanno giá sofferto anche troppo e meritano che la squadra della cittá venga chiamata con lo storico nome.

Commenti