Incendio nella discarica, Ceccherini: «Speriamo non sia doloso: perché non c’erano controlli?»

CIVITELLA PAGANICO – «La discarica di Cannicci, la sola ed unica del nostro territorio provinciale, sta bruciando dalla mezzanotte di ieri. Una discarica strategica, quindi, che dovrebbe essere controllata anche nelle ore notturne e che invece viene abbandonata senza una doverosa sorveglianza né per le emergenze né, tanto meno, controllata per l’accesso di rifiuti tanto facilmente infiammabili». Bruno Ceccherini, consigliere provinciale con delega all’Ambiente, commenta così l’incendio in corso ormai da ore.

«Ci viene da chiedersi, quindi, se l’incendio non sia di natura dolosa – prosegue Ceccherini -. La nostra preoccupazione, adesso, riguarda quali ripercussioni possa avere questo evento sui conferimenti in discarica. Dobbiamo scongiurare che il nostro territorio tutto – e la Maremma in particolare – possa diventare la terra dei fuochi toscana. Siamo certi che le autorità preposte alle indagini chiariranno presto le cause di questo disastro ambientale. Noi, per parte nostra, ci batteremo con forza affinché neanche un euro dei costi da sostenere per il ripristino sia a carico dei contribuenti».

Commenti