Quantcast

Frecce tricolori, Pci: «Si trovano i soldi per lo show ma non per il welfare»

MARINA DI GROSSETO – «E’ incredibile come i governi trovino i soldi per manifestazioni e show o per acquistare mezzi da guerra e non trovino mai i soldi per la sanità, scuola e welfare in generale. Le Frecce Tricolori durano due giorni, i cittadini vivono su questo territorio 365 giorni l’anno». Afferma Marco Barzanti del Partito comunista.

«In questi giorni fino a domenica 25 giugno, a Grosseto, si terrà uno grande show delle frecce tricolori – prosegue Barzanti -. Da giorni i preparativi per una manifestazione di grande spettacolarità, che sicuramente ha prodotto benefici economici ma, il prezzo da pagare è alto per tanti cittadini, abitanti e turisti che si vedono zone interdette ai parcheggi, alla viabilità e alla balneazione. La pattuglia acrobatica italiana è conosciuta in tutto il Mondo per le doti e le capacità tecniche e su questo tutti noi siamo orgogliosi ma, visti i costi altissimi forse sarebbe stato meglio e opportuno investire queste risorse economiche in altri settori della nostra provincia».
 «Il costo di una ora di volo è di 5mila euro. Il costo delle frecce tricolori in un anno costa allo Stato Italiano, quindi a tutti noi 10 milioni di euro. Con quello che viene speso per questa dimostrazione, avremmo potuto avere investimenti per la sanità, scuola, viabilità. Non è nostro costume fare polemiche ma, in questo caso – conclude -, i costi altissimi non corrispondono ai bisogni e alla risoluzione dei problemi di una provincia dimenticata dalla politica locale e da quella Toscana».

Commenti