Domani al Cemivet le celebrazioni per i 156 anni del servizio veterinario

Più informazioni su

GROSSETO – Si svolgerà domani mattina, presso il Centro Militare Veterinario di Grosseto, la celebrazione del 156esimo anniversario del Servizio veterinario dell’Esercito e la cerimonia di chiusura del 35esimo campus universitario.

Alla cerimonia saranno presenti i Gonfaloni della Città e della Provincia di Grosseto insieme a numerose autorità civili e militari e a rappresentanti del mondo accademico.

Dopo la deposizione di una corona in memoria degli Ufficiali Veterinari caduti in guerra, le massime Autorità Militari presenti rivolgeranno un saluto di benvenuto agli ospiti. A seguire avverrà la consegna degli attestati agli Studenti di Medicina Veterinaria frequentatori del campus universitario.

Il Servizio Veterinario Militare è stato istituito con Regio Decreto il 27 giugno 1861. Dalla sua costituzione, il Servizio Veterinario ha sempre affiancato le unità operative dell’Esercito in tutte le campagne militari: nella guerra Italo-Turca, in Libia, in Etiopia, nel 1° e 2° conflitto mondiale.

Dagli anni ottanta del secolo scorso, gli Ufficiali veterinari hanno preso parte a tutte le operazioni fuori dal territorio nazionale che hanno impegnato l’Esercito in Libano, Mozambico, Albania, Somalia, Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Afghanistan, Iraq, Haiti e Libia.

La cerimonia odierna marcherà anche la conclusione del tradizionale Campus universitario nazionale che quest’anno è giunto alla 35esima edizione. Il Campus è frutto di una consolidata collaborazione con il mondo accademico nell’ambito del quale la Forza Armata offre la possibilità di partecipare – a scopo didattico – alle attività veterinarie che caratterizzano il Centro, nonché ad un ciclo di conferenze e lezioni magistrali tenute da Professori e Specialisti di settore.

Quest’anno al Campus hanno partecipato 33 studenti provenienti dai Dipartimenti di scienze veterinarie delle Università di Bari, Bologna, Camerino, Messina, Milano, Napoli, Padova, Perugia, Sassari, Teramo, Torino, Udine e due Sottotenenti Veterinari provenienti dall’Accademia Militare di Modena.

Più informazioni su

Commenti