Quantcast

Da Scoccati una mozione al sindaco: «Acquisti defibrillatori usando i soldi della tassa di soggiorno»

GROSSETO – Arriva una mozione sui defibrillatori da parte del consigliere del Pd Caiuscia Scoccati.

“Premesso – scrive Scoccati – che l’ argomento della defibrillazione è di rilevante interesse alla luce anche di quanto evidenziato dal direttore del Dipartimento di Emergenza-Urgenza della Asl, Massimo Mandò, al fine di informare i cittadini e gli amministratori su quanto sia importante costruire sul territorio una rete di defibrillatori ad accesso pubblico, per salvare vite umane, che il defibrillatore è un semplice apparecchio e che chiunque sia stato appositamente formato può correttarnente utilizzare, che costituisce un vero salvavita in caso di arresto cardiaco prima che arrivino i soccorsi, che ci sono numerosi esempi di fatti, anche recenti e avvenuti localmente, a dimostrare che un defibrillatore a portata di mano, può fare la differenza tra la vita e la mortem che l’ arresto cardiaco, tra le cause di morte per patologie tempo-dipendenti, è l’unica in cui il tempo per intervenire è ridotto a 3-5 minuti, che come osserva Massimo Mandò “Nessun mezzo di soccorso può arrivare su luogo dell’evento tanto rapidamente.

Considerato – aggiunge – che ad oggi non siamo a conoscenza di iniziative prese dall’amministrazione comunale , dopo l’incontro del 5 maggio con il dottor Mandò , affinché siano installati nuovi defibrillatori nei luoghi più affollati della città; che con l’innalzamento delle temperature e la maggiore presenza antropologica nei nostri luoghi, per la maggiore affluenza turistica, tale esigenza appare ancor più stringente; che il servizio reso ai turisti del nostro territorio, sia un servizio costante ai residenti.

Le ipotesi di installazione possono ad oggi individuate in piazza Esperanto a Grosseto, piazza Duomo a Grosseto, centro commerciale Gorarella Grosseto, zona mercatale via Uranio Grosseto
piazza Barzanti Grosseto, cimitero Sterpeto Grosseto, Istia d’Ombrone piazza del Castello,Roselle Ex Terme Leopoldine Batignano piazza centrale del paese in prossimità del bar, Braccagni piazza Anita Garibaldi, Montepescali in prossimità delle Logge, Marina zona mercatale Principina area commerciale, Alberese area commerciale Rispescia piazza Italia. Queste 16 postazioni possono costituire l’ inizio di un progetto in itinere dopo apposito mappaggio più dettagliato e da sviluppare negli anni successivi, includendo altri luoghi di importanza in altri settori”.

“Per questo – aggiunge Scoccati – impegniamo il sindaco e la giunta ad individuare postazioni utili per l’installazione di defibrillatori in città e nelle frazioni, in prossimità di piazze mercatali e luoghi di interesse turistico, secondo le ipotesi e le localizzazioni individuate in premessa, o secondo altri criteri e localizzazioni individuate in base ad apposito studio e verifica delle effettive necessita; ad acquistare defribillatori; a sensibilizzare tutte le unità produttive attraverso un incontro con le categorie datoriali e sindacali da tenersi in sala consiliare. Gli oneri di spesa, se utilizzato il prodotto intermedio, previsti saranno di circa euro 25mila euro, per l’attuazione della mozione, che verranno ricavati dall’avanzo di amministrazione scaturito dal conto consuntivo 2016, derivante dai proventi dell’imposta di soggiorno”.

Commenti