Quantcast

La Tana delle Tigri saluta col botto: tutti i risultati dei piccoli foto

PORTO ERCOLE – Fine di stagione con il botto per i piccoli di “Tana delle Tigri”.

Nell’ultima gara della stagione sportiva, incetta di medaglie al palasport Mario D’Agata di Arezzo. Tutti i bambini dai 4 agli 11 anni hanno avuto carattere applicando il faticoso allenamento a cui si sono sottoposti nei giorni precedenti. La gioia e la passione hanno contribuito a tramutare il lavoro in medaglie.

Tana delle Tigri

Nonostante l’ottimo livello dei partecipanti, i nove piccoli tigrotti sono riusciti a salire sul podio più volte conquistando ben tredici ori, quattro argenti, tre bronzi ed un oro a squadre. Ottima performance come sempre per il vicecampione italiano Filippo Della Monaca con ben tre ori ed un argento dietro al suo compagno di squadra nel kata.
L’altro campioncino Tommaso Trillocco reagisce al piccolo malore ai campionati italiani e si riscatta caparbiamente con tre ori, rinunciando al kumite in via precauzionale.
Arianna Pellegrino argento nel kumite, Vittoria Giustarini (classe 2011) oro e argento rispettivamente nel kata e nel percorso. Gabriele Giustarini oro nel kata ed oro nel virtual kumite e bronzo nel percorso. Nabil Abelbari bronzo nel kata, Iyed Lamine argento nel kata.

Filippo Scotto penalizzato come altri e inserito in categorie superiori di livello, ha dimostrato di essere in crescita sfiorando i piedi del podio in tutte le specialità. Francesco Feroci recente acquisto ed inserito nella metodologia da pochi mesi, ha brillato mostrandosi grintoso ed appassionato conquistando inoltre un oro a squadre.

“Annata difficilmente ripetibile per soddisfazioni e risultati, ma sicuramente da incorniciare – dice l’istruttore Nevio Sabatini – di sicuro ripartiremo con la stessa passione e con più consapevolezza di essere sulla strada giusta, non tralasciando l’obiettivo primario che per noi è il benessere ed il divertimento del bambino, e secondario ma collegato al primo, la passione anche ai genitori perché il karate oltre che sport , è anche disciplina, formativo a 360° ed uno stile di vita, non certo un box dove riporre i figli per un paio d’ore di libertà. Insieme ai miei collaboratori il prossimo anno saremo presenti a Orbetello, come sempre a Porto Ercole e a Porto Santo Stefano”.

Commenti