Dietro front: il Luna Park rimane dove è sempre stato. Spese a carico dei gestori

MARINA DI GROSSETO – “Mi prendo io la responsabilità di autorizzare il luna park a Marina nel luogo dove è sempre stato. Non solo per l’estate 2017, ma anche per i prossimi anni”. Con queste parole il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, ha annunciato la volontà del Comune di conservare la permanenza dei giochi di intrattenimento in via Montreuil, mantenendo l’impegno personale assunto nel corso dell’ultimo Consiglio comunale.

Per fare questo, il Comune ha studiato una serie di misure che ha poi sottoposto alla Commissione pubblici spettacoli. Per ovviare dell’aumentata pericolosità statistica di incendi, quindi, il Comune ha predisposto un progetto – approvato dalla Giunta lo scorso 8 giugno – che prevede importanti integrazioni in tema di antincendio e di antinfortunistica del sito in via Mentreuil: la pavimentazione sarà livellata e resa antisdrucciolevole, conformemente alle prescrizioni normative vigenti; tutti i percorsi di esodo saranno resi fruibili a cielo aperto; sarà assicurata la vigilanza antincendio da parte dei Vigili del Fuoco con un mezzo speciale e tre uomini, in conformità alle prescrizioni eventualmente impartite dalla Commissione Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo; saranno effettuate la ripulitura e la manutenzione, per tutta la durata della permanenza delle attrazioni, del sottobosco e delle aree verdi limitrofe al sito, per una profondità non inferiore a 30 metri. Le spese saranno interamente a carico dei gestori del Luna Park.

Il Comune vuole così salvaguardare le 600 presenze al giorno stimate ma anche l’attività dei giostrai: il presidio di vigili del fuoco professionali, permanente durante tutta la stagione, garantisce anche un esodo lucido nel caso di calamità, perché è personale addestrato a gestire l’emergenza. Oltre a questo, il Comune ha varato prescrizioni sulla stabilità dei pini, dei rami e delle pigne. Sarà richiesta anche una certificazione a norma sugli impianti elettrici. A queste prescrizioni, si aggiunge la ripulitura del sottobosco lungo la viabilità principale per 30 metri che il Comune ha già eseguito.

“Quello di oggi è una grande vittoria della mia Giunta – continua il sindaco -: tutti insieme, caparbiamente, abbiamo voluto risolvere questo problema che sembrava insormontabile. Dobbiamo, per questo, ringraziare, per la collaborazione preziosa, la squadra del Comune che ha lavorato in sinergia tra tutti i settori. Grazie soprattutto alla Prefettura e al Comando dei vigili del fuoco per la preziosa collaborazione che ha permesso questo successo. Nessun altro se non noi, vista la straordinaria complessità della vicenda, sarebbe riuscito a risolverla in così breve tempo: ci arroghiamo pubblicamente questo merito”.

Commenti