Quantcast

Cgil boccia i PrestO e lancia l’appello: «Tutti in piazza contro i nuovi voucher»

Segreteria Cgil: «se approvano i PrestO diverse migliaia di lavoratori stagionali in provincia vedranno peggiorare le loro condizioni. Sabato 17 a Roma per sostenere le ragioni di “Schiaffo alla Democrazia”

Più informazioni su

GROSSETO – «Se il Parlamento sostituirà i voucher con i “PrestO” [prestazione occasionale] – attacca la segreteria della Camera del lavoro di Grosseto – in provincia di Grosseto diverse migliaia di lavoratori stagionali peggioreranno ulteriormente la loro condizione, ritrovandosi senza tutele per malattia e maternità, ma anche senza Naspi alla fine del periodo di lavoro. I cosiddetti PrestO – aggiunge la Cgil – chiudono il cerchio di una strategia di lunga lena perseguita in questi ultimi anni prima da Berlusconi, poi da Confindustria e da ampi settori trasversali agli schieramenti politici: ottenere uno strumento contrattuale unico, basato su un salario minimo che di fatto sostituisca i diversi contratti collettivi nazionali di settore. Il pretesto del lavoro occasionale, comprendendovi lavori che occasionali non sono come quelli stagionali, è solo la prova generale per estendere questa logica a tutti i settori.

Anche per questo motivo è importante partecipare alla manifestazione nazionale indetta dalla Cgil a Roma in piazza San Giovanni per sabato 17 giugno, che sarà conclusa dalla segretaria Susanna Camusso. Manifestazione a sostegno del nostro manifesto “Schiaffo alla Democrazia”, col quale la Cgil ha voluto denunciare alla pubblica opinione la grande questione democratica che sta dietro al tentativo di sostituire i voucher con i PrestO, dopo aver impedito lo svolgimento del referendum abrogativo dei voucher per il quale 4 milioni di Italiani avevano firmato. Dopo il blitz del decreto che ha abolito i voucher, sia il primo ministro Gentiloni che il ministro del lavoro Poletti hanno dichiarato di volere un confronto di merito e una ricomposizione sui temi del lavoro, promettendo la concertazione con le forze sociali. Dopo 35 giorni ci siamo ritrovati di fronte al fatto compiuto, con i PrestO in discussione alla Camera. Chiaro – conclude la Cgil maremmana – che non accetteremo supinamente questa prova di forza».

Chi volesse partecipare alla manifestazione del 17 giugno a Roma, può contattare la Camera del lavoro al numero 0564 45911, fax 0564 459100 o scrivere a info@grosseto.tosc.cgil.it

Più informazioni su

Commenti