Taglio del nastro per il Game Fair: è già successo al Madonnino fotogallery

GROSSETO – Taglio del nastro questa mattina per l’edizione 2017 del Game Fair, la fiera dedicata al country e agli sport all’area aperta. Un appuntamento per il terzo anno consecutivo viene ospitato in Maremma, al polo fieristico del Madonnino. Da oggi e fino a domenica 4 giugno i visitatori potranno scoprire i tanti stand del Game Fair così come tutta l’area di prova dove ci sono 18 linee di tiro tra archi, coltelli e armi da fuoco.

«I numeri sono già positivi – ha detto questa mattina Maurizio Di Trani, presidente di Gfi, la società che organizza il Game Fair, all’apertura della manifestazione – la città di Grosseto ha sempre risposto bene a questo evento. Questo del Game Fair, al terzo anno in Maremma, è un progetto che si sta consolidando e si sta ampliando e qui al Madonnino ha trovato un centro fiere sicuramente tra i migliori d’Italia».

Molte le novità di Game Fair 2017, presentate questa mattina nel corso della cerimonia inaugurale, che integrano un format tradizionalmente incentrato sui mondi della caccia e del tiro sportivo, dell’equitazione e della cinofilia. 30 ettari di esposizione fanno da cornice ad un palinsesto rinnovato, che vede l’incremento della parte interattiva, l’inserimento di nuove discipline sportive e competizioni – tra cui bike, arrampicata, canoa, trekking e off-road – nuovi spettacoli a ciclo continuo, attività per bambini e percorsi gastronomici.

Game Fair è organizzata dal 2013 da GFI Srl, società controllata da Italian Exhibition Group SpA (IEG) e partecipata da Grossetofiere (recente l’ingresso nel capitale sociale da parte della società fieristica grossetana) e dal Comitato Nazionale Caccia e Natura (CNCN). Questa edizione ha coinvolto diverse realtà del territorio e ricevuto la collaborazione del Comune di Grosseto, dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione, delle Associazioni di Categoria (Artigianato e Commercio), del Museo di Storia Naturale di Grosseto e del Parco della Maremma.

«Da diversi anni siamo attori di Game Fair -Matteo Marzotto, Vice Presidente Esecutivo di IEG -. Il format è di origine inglese ed è stato re-interpretato da IEG in chiave molto originale trovando ora una perfetta collocazione nella meravigliosa cornice della Maremma, grazie alla importante collaborazione con Grossetofiere e CNCN ed è divenuto così un appuntamento da non perdere dell’estate italiana. La manifestazione rientra nei nostri eventi più “active”, un segmento di mercato per noi significativo, che raggruppa 10 fiere diverse e vale circa 8 milioni di euro di fatturato con oltre 700.000 visitatori. Game Fair è inoltre coerente con la visione e la vocazione del nostro Gruppo di saper fare sistema sempre, e con altri player fieristici e sui diversi territori, volendo IEG rappresentare, promuovere e valorizzare alcune delle più belle filiere produttive che fanno grande l’Italia nel mondo».

Commenti