Quantcast

Noi per Monte Argentario: «Concessione di 30 anni alla Marina di Cala Galera»

MONTE ARGENTARIO – “Da un paio di giorni abbiamo ricevuto un ulteriore bel regalo dalla nostra Amministrazione. Decine di cittadini hanno avuto la sorpresa di aprire la posta e trovarci la TARI che, in molti casi, è risultata veramente di importo esorbitante”. Afferma il gruppo Noi per Monte Argentario.

“D’altronde, per colmare le tante lacune di un bilancio di previsione del tutto inverosimile, dovevamo aspettarci una mossa furbesca da parte dell’assessore al bilancio, nonché futuro candidato a sindaco. Come abbiamo ripetuto più e più volte, questa situazione è frutto della scarsa programmazione di questa amministrazione che, con il continuo ricorrere alle variazioni di bilancio evidenzia ancor di più la propria incapacità a governare il nostro comune, uno dei più ricchi della Maremma toscana e oltre”.

“Basti pensare a come l’amministrazione Cerulli abbia affrontato la faccenda della Marina di Cala Galera Spa, consegnando alla suddetta società per altri 30 anni le chiavi del porto, inventandosi i più improbabili cavilli giuridici pur di concedere la proroga (perché questo è, comunque la si chiami), senza ricevere nulla in cambio per noi cittadini, se non uno pseudo-porto che sarà costruito lungo un fosso di sfogo delle acque pluviali. Lanciamo una provocazione – prosegue l’opposizione -. Non sarebbe stato meglio, almeno per la popolazione, che una volta scaduta, la concessione fosse stata ripresa in mano dal Comune che avrebbe potuto rimetterla in bando assegnandola al miglior offerente oppure, ancor meglio, gestendola direttamente, cosicché grazie alle entrate della gestione noi cittadini avremmo potuto beneficiare di un enorme sconto sulle pesanti tasse che l’amministrazione ci infligge? Invitiamo i cittadini a riflettere bene sul valore del territorio che è stato svenduto e a guardare con attenzione dietro lo specchietto delle allodole che questa amministrazione ci ha messo davanti in questi anni.”

Commenti