Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Chiesa di Grosseto in festa: il vescovo ordina un nuovo sacerdote

Sabato 20 maggio il vescovo Rodolfo ordinerà prete Francisco Iniguez Padilla (Cattedrale, ore 18 in diretta su Tv9). Domenica 21 maggio alle 11 il novello sacerdote celebrerà la sua prima Messa nella parrocchia di Castiglione della Pescaia, a cui è stato assegnato

Più informazioni su

GROSSETO – La Chiesa di Grosseto è in festa. Sabato 20 maggio, il vescovo Rodolfo ordinerà un nuovo sacerdote. È Francisco Iniguez Padilla, attualmente diacono presso la parrocchia di Castiglione della Pescaia.

Il rito di ordinazione avrà luogo in Cattedrale, all’interno della Messa prefestiva delle ore 18, trasmessa in diretta televisiva su Tv9 (canale 16 del digitale terrestre).

Francisco, 35 anni, è originario del Messico. E’ nato ad Apatzingan, nello Stato del Michoacan, ultimo di sei figli. Ha una sorella suora. Dopo un percorso in Seminario, in Messico, iniziato a 14 anni per studiare, Francisco ha iniziato lo studio della Filosofia. Al termine del quinto anno è uscito dal Seminario col desiderio di fare un’esperienza lontano da casa e si è trasferito a Guadalajara, dove ha lavorato in un’azienda che produceva cinture e fibbie, studiando, nel contempo, storia. Nel 2006 entra in monastero fra i Cistercensi. Nel 2007 viene inviato in Italia, a Roma, per lo studio della teologia e poi a Fiastra, nelle Marche, dove è rimasto per quattro anni. E’ il periodo in cui matura dentro di sé la scelta di donarsi a Dio nella vita sacerdotale. Esce dal monastero e viene accolto nel Seminario di Grosseto, con cui era entrato in contatto attraverso un amico sacerdote. Completato il percorso di studi presso la Facoltà teologica dell’Italia centrale, il 29 ottobre scorso è stato ordinato diacono.

L’ordinazione sacerdotale di Francisco avviene nel giorno in cui il vescovo Rodolfo ricorda 17 anni di ordinazione episcopale, avvenuta il 20 maggio 2000 nella Cattedrale di Fiesole.

“Sono sereno e davvero felice – ha commentato Francisco nell’intervista rilasciata al settimanale diocesano Toscana Oggi – perché il sacerdozio che mi accingo a ricevere è un dono preparato da Dio per me. E sono felice anche di diventare sacerdote per questa Chiesa di Grosseto: anche in questo essere stato condotto qui vedo la mano di Dio e il suo amore, che mi ha guardato e mi ha voluto, nonostante i miei limiti e le mie fragilità”.

Francisco sarà il secondo sacerdote di origini messicane della diocesi di Grosseto. Da trent’anni, infatti, è a Grosseto don José de la Torre, attualmente parroco a Rispescia.

L’ordinazione sacerdotale di Francisco sarà preceduta, venerdì 19 maggio, alle 21, da una veglia di preghiera diocesana nella cappella del Seminario, animata dall’equipe diocesana di pastorale vocazionale. Guiderà la meditazione don Antonio Bartalucci, che durante questo anno ha condotto il percorso di catechesi dei giovani che hanno partecipato alla seconda edizione della scuola di preghiera.

Domenica 21 maggio Francisco celebrerà la sua prima Messa nella chiesa di santa Maria Goretti, a Castiglione della Pescaia (ore 11), comunità alla quale il Vescovo lo ha assegnato dopo il periodo del diaconato.

“Un’ordinazione sacerdotale – commenta il rettore del Seminario, don Gian Paolo Marchetti – è sempre un grande motivo di gioia e di speranza, è il segno che ci sono ancora giovani che sentono la chiamata a donarsi totalmente per Cristo, il Vangelo e per la gente. Non si è, infatti, sacerdoti per se stessi, ma per gli altri. E’ questo l’augurio che facciamo a Francisco”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.