Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A scuola con la Dop: quando i bambini imparano la qualità delle eccellenze maremmane. TUTTE LE FOTO fotogallery

22 classi coinvolte per un totale di 350 studenti delle scuole primarie di Grosseto, Marina di Grosseto, Istia d’Ombrone, Albinia, Follonica, Monterotondo Marittimo e Isola del Giglio. Presentatati i risultati finali e il DOP Kit Junior, l’opuscolo contenente gli elaborati fatti dagli studenti della provincia di Grosseto per il progetto di Legambiente e Consorzio Pecorino Toscano DOP

Più informazioni su

GROSSETO – Presentati i risultati finali del progetto “A scuola con la DOP” di Legambiente, in collaborazione con il Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP, per la sensibilizzazione degli studenti sull’importanza della sana alimentazione attraverso una maggiore consapevolezza alimentare e un approfondimento sul marchio DOP. Sono state 22 le classi coinvolte per un totale di 350 studenti facenti parte delle scuole primarie di Grosseto, Marina di Grosseto, Istia d’Ombrone, Albinia, Follonica, Monterotondo Marittimo e Isola del Giglio. Gli studenti oltre ad aver svolto le attività in classe hanno anche fatto visita ai caseifici della provincia di Grosseto: al Caseificio Follonica di Francesco Spadi, al Caseificio Sociale di Manciano, al Caseificio Alival di Castel del Piano e al Caseificio Maremma di Spadi Fortunato.

“Far conoscere ai ragazzi la qualità dei prodotti del nostro territorio – ha spiegato Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – è per noi un obiettivo fondamentale non solo per aumentare il legame tra studenti e territorio ma anche per promuovere la qualità. Per educare i giovani rispetto alla sana alimentazione occorre una maggiore consapevolezza alimentare che passa proprio dalle eccellenze agroalimentari e dai prodotti a marchio come il Pecorino Toscano DOP, così come fondamentali sono le visite che gli stessi studenti hanno fatto ai caseifici per rendersi conto della cura e dei processi che stanno dietro alle nostre eccellenze”.

“Abbiamo partecipato con convinzione al progetto promosso da Legambiente nelle scuole primarie – ha affermato Andrea Righini, direttore del Consorzio Pecorino Toscano DOP -, che ha coinvolto centinaia di bambini in zone diverse della provincia di Grosseto. Con questa iniziativa abbiamo voluto cogliere l’opportunità di tornare ancora una volta sui banchi di scuola, promovendo sempre più la qualità del nostro prodotto, l’importanza di una sana alimentazione e il valore aggiunto del marchio di Denominazione di Origine Protetta. Grazie a Legambiente i bambini hanno potuto conoscere da vicino il Pecorino Toscano DOP e tutte le sue fasi di produzione, da come si raccoglie il latte a come si produce e stagiona il formaggio, fino al suo arrivo sulla tavola. Questo li ha rafforzati come ambasciatori presso le loro famiglie, puntando a formare consumatori sempre più consapevoli, attenti alle etichette, a cosa mangiano, alla qualità dei prodotti e al loro legame con i territori di produzione. L’impegno del nostro Consorzio per una crescente cultura alimentare continuerà con altre iniziative, per rendere ancora più stimolante e creativa la conoscenza del nostro formaggio. Un ringraziamento lo rivolgo a Legambiente e soprattutto ai suoi educatori, che hanno portato avanti il progetto con le scuole nel migliore dei modi”.

La conferenza di presentazione dei risultati finali del progetto e dell’elaborato realizzato dagli studenti si è tenuta a Grosseto, nella Scuola media Vico, alla quale erano presenti oltre ad Angelo Gentili responsabile nazionale di Legambiente, anche Andrea Righini direttore Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP, Alessandra Marrata dirigente scolastico Istituto comprensivo Grosseto 5, i responsabili dei caseifici, gli educatori e gli ideatori del progetto dell’associazione del Cigno verde oltre a una parte delle classi coinvolte. Durante la mattinata, infatti, è stato presentato il DOP kit junior, l’apposito libretto per scoprire da vicino il formaggio Pecorino Toscano DOP. All’interno è possibile trovare gli elaborati fatti dalle varie classi, le foto degli studenti, la storia del Pecorino Toscano e l’identikit del marchio DOP, oltre a proverbi del territorio, ricette e simpatici giochi. Alla fine della mattinata è stato consegnato agli stessi studenti. Il progetto è realizzato con il cofinanziamento FEASR del PSR 2014/2020 della Regione Toscana sottomisura 3.2 Bando Pif.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.