Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Geotermia, a Magliano non si vedranno pozzi di perforazione fotogallery

MAGLIANO IN TOSCANA – Geotermia più no che sì. Ma soprattutto non a Magliano in Toscana che, secondo quanto dichiarato dal consigliere regionale Leonardo Marras, “sarà inserito nell’elenco dei Comuni toscani non idonei alle perforazioni per avviare produzione di energia alternativa di natura geotermica.”

È stato un convegno “caldo” ed interessante, quello organizzato ieri pomeriggio dall’associazione culturale Omnes al Borgo Resort di Magliano dove la sala congressi è stata gremita dalla popolazione locale che era evidentemente molto interessata all’argomento. Un pomeriggio di lavori intensi, moderato dal premio Nobel, Riccardo Venturini, in cui si sono alternati pareri pro e contro la geotermia, chiusi poi dalla rassicurazione politica che, seppure la Regione Toscana sia favorevole a continuare il secolare percorso della geotermia, purché fatta con i giusti criteri di rispetto delle realtà locali e dell’ambiente, nel territorio maglianese ( nei particolari si temeva per un pozzo di perforazione nei dintorni di Pereta) nulla succederà, a prescindere dalla attuale situazione amministrativa che ha visto l’insediamento del commissario prefettizio.

La presenza di studiosi illustri ha reso poi molto interessante il convegno che, come puntualizzato in apertura dalla presidente di Omnes, Tamara Fattorini, “era una giusta risposta alla necessità di chiarezza che Omnes ha colto tra la popolazione maglianese”. Il primo intervento è stato del professore Federico Santi, docente di ingegneria energetica alla Sapienza di Roma che ha fatto un excursus tecnico sulla risorsa geotermia, cercando di spiegare anche l’impatto in termini di potenziale produttivo verso il raggiungimento degli standard europei di produzione di energia derivante di fonti rinnovabili.

Una esposizione che è stata poi seguita, in maniera molto diretta da Fedora Quattrocchi, dirigente dell’Ingv che ha analizzato le molte criticità del settore, anche di natura politica, per poi cedere la parola al dottor Aurelio Cupelli, responsabile della comunicazione della Rete Geotermica. Infine, prima degli interventi dei cittadini, i pareri di Roberto Barocci del Forum Ambientalista e quello di Leonardo Marras che ha esposto gli iter legislativi ed amministrativi he lo hanno anche visto interessato alla geotermia, confermando appunto che a Magliano in Toscana non si farà.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.