Trionfo Grosseto: abbatte La Torre e vola in serie A2 fotogallery

GROSSETO – La Solari e Tecnologie Ambientali Grosseto vince e trionfa nel campionato di serie B di pallamano.

I ragazzi di Malatino hanno avuto ragione della formazione di Firenze La Torre per 37 a 29 nell’ultimo match casalingo, decisivo per la promozione in serie A2.

Vigilia ad alta tensione quella di Grosseto – La Torre con i maremmani, quarti in classifica, a 3 punti dal Pontassieve, condannati ad un solo ed unico risultato, la vittoria, da realizzare peraltro con uno scarto minimo di 6 reti per poter ambire all’agognato salto di categoria. La Torre, dal canto suo, ha sulla carta un ventaglio di tre opzioni per assicurarsi la promozione: la vittoria, il pareggio o, addirittura, la sconfitta con un gap massimo di quattro reti.

L’incontro è inizialmente molto equilibrato, ma i maremmani costruiscono gioco in continuazione e, malgrado la tensione porti a fare qualche errore in fase conclusiva, il vantaggio cresce di minuto in minuto e l’obiettivo sembra sempre più a portata di mano. Al 22′ c’è il massimo vantaggio per i biancorossi, che si portano a più otto sugli avversari. Gap che viene mantenuto quasi inalterato fino al termine della prima frazione di gioco, chiusa 21-14 a favore dei padroni di casa.

Il secondo tempo, complice un calo fisiologico e di tensione dopo lo sforzo iniziale e anche alcuni errori difensivi, si apre con il ritorno della formazione fiorentina che con un break di 4 reti accorcia inesorabilmente e si porta sotto. Si prosegue con un batti e ribatti punto a punto con i fiorentini che all’11’ 30” si portano a sole 2 lunghezze di vantaggio.

Manca ancora tanto, il Grosseto non demorde, ricomincia a macinare gioco e, grazie alla solida prova della difesa ed alla ritrovata lucidità in attacco dei propri elementi di spicco, Coppi, Quinati, Sbardellati e De Florio, aiutati in questo anche dal giovane under 18 Sclano, con 3 reti personali all’attivo, i maremmani abbattono La Torre con l’ampio margine di 8 reti, bottino utile a conquistare tutta la posta in palio e concedersi l’agognata promozione in serie A2, categoria alla quale i grossetani mancavano l’appuntamento da qualche anno, sfiorando sempre l’obiettivo.

Eccellente partita di tutta la squadra, orchestrata alla perfezione dall’intramontabile coach Malatino, attuale tecnico della nazionale di beach handball under 17 maschile, non nuovo a questi incarichi di prestigio internazionale, che, onore al merito, non sbaglia una mossa in tutto il match: schiera da subito un giovane under 18 al centro del gioco, Pio Del Giudice, che non si fa attendere e apre le danze con la prima rete. Il suo gioco spumeggiante, unito alla vena realizzativa, gli consente di andare a segno ben 10 volte divenendo il top scorer dei biancorossi a fine partita. Coppi viene sacrificato spesso a pivot, bellissima la sua conclusione a rete spalle alla porta, accentrando su di se l’attenzione difensiva avversaria che, troppo occupata a controllarne i movimenti, subisce le giocate del resto della squadra che, con combinazioni veloci a scalare, trova varchi per trafiggere gli ospiti con gli altri elementi del collettivo, sfruttando egregiamente anche le ali, De Florio, Quinati e Nardini, da cui arrivano ben 11 reti.

Un match che ha visto concentrati tutti dal primo all’ultimo secondo di gioco per un traguardo che, forse, allo stato dei fatti, risultava una scommessa quasi impossibile ma che si è concretizzata istante dopo istante, grazie anche al grande sostegno ricevuto dai tifosi, accorsi in massa, che hanno davvero rappresentato l’ottavo uomo in campo, trascinando nell’ardua e trionfante impresa i propri beniamini.

Soddisfazione in casa Pallamano Grosseto, un successo che rappresenta l’ennesima ciliegina sulla torta e premia gli sforzi compiuti in questi 17 anni di attività da tutto lo staff societario, in primis dal Presidente Mariolina Rispoli, per aver arricchito il palmares con un altro prestigioso risultato a livello nazionale, dopo i trascorsi in serie A1, A2, B e C, senza contare i numerosi trofei giovanili conquistati, i tanti giocatori prestati allo staff azzurro e, non da ultimo, i grandi successi nel Beach Handball, con sette scudetti, ed i riconoscimenti internazionali, maturati con la partecipazione per tre anni consecutivi alla Champions Cup di Beach Handball in Spagna, a Gran Canaria.

 

In campo: Baricci, Cavalli, Radi (1), Coppi (4), Quinati (5), Sbardellati (8), De Florio (5), Bacci, Nardini (1), Costagli, Del Giudice (10), Sclano (3), Rizzo, Coppola.

 

Commenti