Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Baccetti «Dopo la scuola di Ribolla mancano le certificazioni antisismiche anche per il municipio»

ROCCASTRADA – «Che l’ex assessore al bilancio, ex vice sindaco, ex assessore ai lavori pubblici e ora sindaco Limatola, non sia all’altezza del suo ruolo, si evince anche da quanto emerge dai lavori eseguiti sul palazzo comunale nel 2009. Ad oggi non sono state ancora effettuate le verifiche tecniche per la certificazione di idoneità sismica richieste da anni per legge». Moreno Bellettini e Simonetta Baccetti di “Insieme per Roccastrada” dopo la scuola parlano delle certificazioni sismiche del municipio.

«Limatola invece di dare un incarico, se pur tardivo, atto a verificare l’idoneità sismica a seguito dei lavori fatti sul palazzo comunale, per tutelare l’incolumità fisica di impiegati e utenti, stanzia ulteriori denari dei contribuenti per una verifica già fatta, ma politicamente non gradita sul plesso di Ribolla».

 

«Dopo i 330 mila euro spesi nel tempo da Limatola e compagni sulla scuola di Ribolla nonostante che nel 2013 la verifica tecnica sismica abbia dato esito negativo, il sindaco Limatola continua a perdere tempo, e ad arrampicarsi sugli specchi spinto dal codazzo dei suoi accoliti – continua l’opposizione -. Doveva agire da sindaco, rilevare l’inutilità degli interventi effettuati, dichiarare non fruibile la scuola di Ribolla e prendere gli opportuni provvedimenti già prima dell’inizio dell’anno scolastico. Secondo quanto sembra emergere ci troviamo di fronte ad una giunta e un sindaco incapaci di garantire la sicurezza dei cittadini. Il loro modo di procedere sembra simile al comportamento di molti giocatori d’azzardo, del tipo ”o la va o la spacca”. Peccato che in ballo, oltre ai soldi dei contribuenti, ci sia anche la “pelle” dei cittadini. Ma in che mani siamo».

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.