Dall’Eccellenza alla Terza tutte a riposo prima del rash finale. Chi sogna, chi spera, chi rischia

GROSSETO – Tutti in pausa i campionati dilettanti di calcio a 11, in occasione delle festività pasquali. Per Eccellenza e Promozione si tratta del secondo weekend senza impegni ufficiali dopo la sosta in concomitanza col Torneo delle Regioni 2017 in provincia di Trento, in questi giorni alle prese con la fase finale.

Domenica 23 alle 16 invece, tutte di nuovo in campo per le ultime fatiche di un’annata avvincente. Si ripartirà col big match di Eccellenza fra la maremmana Roselle, seconda, e la leader del girone A Seravezza, con i termali non ancora esclusi matematicamente dal primo posto, mentre la Promozione si preparerà al derby fra Albinia e Fonteblanda; Manciano sempre più vicino ai playout, mentre il San Donato, sesto ad un passo dalla quinta, dovrà raccogliere più punti possibili, confidando in qualche passo falso della seconda San Miniato per entrare nella postseason.

Nel girone F di Prima categoria vietato mollare per un Pitigliano secondo a meno tre dalla vetta, con ancora sei punti in palio; in zona retrocessione stesso imperativo per Castel del Piano e soprattutto Castiglionese e Paganico, che proveranno a chiudere con il miglior piazzamento possibile – per la Neania, è papabile la possibilità di evitare gli scontri salvezza. Nel girone D secondo match point per la prima Monterotondo grazie al vantaggio di quattro punti dalle seconde Colli Marittimi e Castiglioncello.

A due giornate dalla fine, incertezza più che mai nella parte alta del girone F di Seconda con le prime quattro, compresa la leader Massa Valpiana e la terza Montieri, compresse in soli cinque punti, mentre nei piani bassi Alta Maremma e Follonica sono già destinati rispettivamente a playout e retrocessione; situazione simile nel gruppo G con la seconda Orbetello pronta alla vigilia del big match a mettere in discussione la leader Torrenieri, distante cinque passi, ma tutto può ancora accadere in un’alta classifica corta e animata con terza, quarta e quinta spalmate in sei punti e con altre tre società che adocchiano l’ultimo posticino per la postseason; tutta maremmana purtroppo la zona retrocessione, con la quint’ultima Porto Ercole distante tredici punti dalla penultima Invicta Grosseto e per adesso fuori dai playout.

In Terza, al cardiopalma l’avventura sportiva del girone grossetano che vede Braccagni e Montiano prima e seconda staccate da nove passi a quattro domeniche dalla fine e ambedue con il turno di riposo da scontare; dodici invece i punti a disposizione della terza Ribolla, della quarta Nuova Grosseto e della quinta Orbetello Scalo. Nel girone livornese, tutte vincitrici morali le quattro squadre maremmane al loro primo anno di storia societaria, ma un plauso in più alla terza Etrusca Marina, proiettata verso i playoff in quanto terza, ma con il secondo gradino del podio ancora accessibile.

Commenti