Tiro con l’arco, spettacolo con gli azzurri a Grosseto. E c’è anche un record mondiale

GROSSETO – La stagione outdoor del tiro con l’arco ha preso il via da Grosseto e non sono mancate le emozioni nella gara di selezione nazionale, ospitata dalla Compagnia Maremmana Arcieri. Circa 120 atleti provenienti da tutta Italia si sono sfidati sul campo di tiro “Lucio Parigi”, con la presenza della nazionale italiana di arco olimpico e compound. Quella grossetana, infatti, è stata la prima gara del calendario azzurro per valutare e selezionare gli atleti in vista delle prossime competizioni a livello internazionale.

Uno straordinario Alberto Simonelli, para-atleta campione italiano dell’indoor 2017 e vincitore dell’argento individuale ai giochi paralimpici di Rio, ha stabilito il record mondiale proprio nella gara grossetana, conclusa con il punteggio di 710/720. Figure di spicco, seppure dietro la linea di tiro, sono stati anche tecnici e allenatori della nazionale, come Ilario Di Buò, che ha partecipato a ben sei olimpiadi, Fabio Olivieri, Flavio Valesella e Wietse van Alten, pilastri fondamentali per gli azzurri sia olimpici che compound. La gara, arbitrata con grande professionalità da Luciano Tassini e Alessio Cesetti, si è animata con scontri che hanno regalato al numeroso pubblico un avvincente spettacolo fatto di tensione, ma anche di passione e spirito agonistico. A incoronare i vincitori sono stati il vice sindaco Luca Agresti e gli assessori Fausto Turbanti e Fabrizio Rossi.

Nell’arco olimpico maschile ha raggiunto la vetta del podio Marco Galiazzo, oro alle olimpiadi di Londra, che ha sconfitto per 6-4 il suo compagno nell’Aeronautica Militare David Pasqualucci. Al collo di Matteo Fissore, arciere della Polizia, il bronzo guadagnatosi battendo 6-4 Alessandro Cogliati. Nell’arco olimpico femminile ha trionfato Jessica Tomasi (Aeronautica Militare) con un 6-4 su Lucilla Boari (Arcieri Gonzaga). Si è aggiudicata il terzo posto Vanessa Landi degli Arcieri di Montalcino, che ha sconfitto all’ultimo atto 6-2 Guendalina Sartori (Aeronautica Militare).

La vittoria nel compound maschile è andata a Federico Pagnoni, della Polisportiva Adrense, che ha scavalcato con 143-134 Luigi Dragoni degli Arcieri del Roccolo. Terzo posto per Sergio Pagni (Arcieri Città di Pescia). Nel compound femminile, invece, la prima posizione è stata conquistata da Irene Franchini delle Fiamme Azzurre, vincente per 135-114 contro Aurora Tozzi (Arcieri Lucca), mentre si è piazzata al terzo posto Marcella Tonioli (Polisportiva Adrense), grazie al successo 138-122 su Chiara Romboli (G.S. Vigili del Fuoco), atleta in forze alla Compagnia Maremmana Arcieri.

L’evento, presenziato in apertura dal sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, ha coinvolto partner di spicco nell’ambito del tiro con l’arco, come la Disport, ma anche nel settore agrario e vinicolo toscano, quali l’azienda Bartoli Giusti di Montalcino e la Fattoria Mantellassi. La due giorni di gare si è conclusa con la piena soddisfazione degli organizzatori e dei partecipanti, regalando alla Compagnia Maremmana Arcieri e alla città di Grosseto un meritato momento di visibilità.

Commenti