Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bagnoli trionfa a Talamone: le acrobazie dell’enduro danno spettacolo fotogallery

Più informazioni su

TALAMONE – Tra salti spettacolari, massi da schivare e tortuosi sentieri ha dato spettacolo la Wheels on Fire Cup di enduro.

In 85 si sono presentati al via della corsa di mountain bike nel bosco di Talamone, all’interno del Parco della Maremma, organizzata da Orbetello Bike Tribe in collaborazione con la lega ciclismo Uisp. Ed erano 85 veri appassionati, giunti da ogni parte del centro Italia, per questa prova che ha unito uno sport adrenalinico alla scoperta di uno scorcio di Maremma particolarmente suggestivo, tra mare e macchia mediterranea.

Tre le prove speciali che i partecipanti hanno dovuto affrontare, con il tempo finale calcolato come somma dei parziali. Ha vinto il castiglionese Alessandro Bagnoli, I-Mtb, primo assoluto davanti al padrone di casa Simone Santoni, Orbetello Bike Tribe e a Mirco Branconi, Sam Enduro Team. “Grande soddisfazione, soprattutto per i ragazzi del posto che hanno creduto tanto in questa iniziativa – afferma il vincitore – Era difficile organizzare una gara dentro il Parco, ma l’atmosfera è davvero magica. E anche in corsa si è respirato un bellissimo clima con tutti i ragazzi”. “Il percorso era molto tecnico – aggiunge – tante parti pedalate, ma anche nelle discese credo di aver fatto la differenza. Con l’enduro si ritorna al ciclismo più puro”.

Nella categoria Esordienti si è imposto Lorenzo Decembrini, Bikestore Racing Team; negli Allievi Edoardo Gemignani, Team Bike Ballero; nelle Donne Lee Stephanie Lee Daddi; nella categoria Master 5 Massimiliano Santucci, Cicli Antonelli; nella categoria Master 4 Maurizio Dini, Elba Ovest; nella categoria Master 3Alessandro Bagnoli; nella categoria Master 2 Marco Cenni, I-Mtb; nella categoria Master 1 Mirco Branconi; nella categoria Elite Sport Giulio Fantoni, Sam Enduro Team; nella categoria Juniores Dario Pippucci, I-Mtb; nella categoria E-Bike Daniel Englund, Maremma Freeride.

“Bilancio oltre le nostre aspettative – spiega Andrea Foglietta, presidente di Orbetello Bike Tribe – abbiamo avuto tanti partenti e tutto è andato bene, non ci sono stati incidenti e in una gara di discesa come questa è importante. Speriamo che adesso si apra un percorso e di portare avanti un progetto con gare in tutta la Maremma. Abbiamo avuto atleti anche da Roma, dall’Isola d’Elba, attratti da un bellissimo territorio che vogliamo sfruttare”.

“E’ andata benissimo – afferma Lorenzo Mancianti, uno degli organizzatori – Tutti si sono divertiti, c’è stato qualche ritiro ma è normale. Ringraziamo prima di tutto il Parco della Maremma che ci ha ospitato, la Uisp l’amministrazione comunale, la pro loco, il Bar del Porto che ci ha ospitato, la famiglia Francorsi proprietaria dei terreni. Lavoreremo per continuare a migliorarci e fare meglio nella prossima edizione. Questa è una disciplina in crescita e i tanti partecipanti giunti anche da fuori provincia lo confermano”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.