Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bagno di folla per gli ottanta baby giocatori della Bsc Grosseto fotogallery

GROSSETO – Una marea rossa quella degli ottanta baby giocatori della Bsc Grosseto 1952, alla presentazione ufficiale della prossima stagione agonistica sei squadre di un settore giovanile promettente. Un bagno di folla animato e rumoroso, in cui gli atleti in erba si sono divertiti a mettersi in mostra a fianco dei loro allenatori, fra gli applausi di addetti ai lavori e appassionati, fra entusiasmo e belle speranze e sotto lo sguardo sorridente del presidente Massimo Ceciarini.

“Stiamo lavorando molto – ha detto Ceciarini – speriamo che l’amministrazione prenda a cuore lo sport. Bisogna che in due-tre anni Grosseto ritorni palcoscenico del baseball come nel passato. Mi auguro che questi ragazzi possano costituire la prima squadra del futuro grazie alla competenza dei nostri tecnici e a tanto impegno. Quest’anno abbiamo anche la categoria Esordienti ma anche una squadra femminile di softball, che hanno già esordito con una vittoria. Importanti gli aiuti della Misericordia, che ci garantisce gratis un’ambulanza per almeno tre partite casalinghe a settimana, e a imprese come Mulino Grassi, senza la quale questo non sarebbe possibile”.

Stesso auspicio di ritorno in grande anche da parte della consigliera Olga Ciaramella: “Speriamo che la nostra struttura, fra le più belle in Italia, possa ospitare grandi eventi e che Grosseto ritorni capitale del baseball. ma solo con questi ragazzi potremo farlo”. Presenti anche l’assessore allo sport Fabrizio Rossi, il presidente regionale della Fibs Aldo Calonaci, i consiglieri Silvia Maraffon e Sandro Cappuccini, ma gli applausi più scroscianti sono stati per le sei formazioni del batti e corri targato Bsc; gli Esordienti, i due gruppi degli Under 12, i due gruppi degli Under 15 e le ragazze del softball.

Una nota finale da una grande supporter grossetana, Lorella Ronconi: “Assieme a Massimo Frascino e a Giulio De Paola, che purtroppo non c’è più, da tanti anni sono tifosa di questa squadra. E grazie a questo sport, andando ogni volta alle partite, ho vissuto l’integrazione e l’essere tutti uguali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.