Il Comune chiude tutti i pozzi: «Basta soldi pubblici per innaffiare giardini privati» fotogallery

GROSSETO – Per la prossima stagione i 90 pozzi, di proprietà del Comune di Grosseto, che vengono utilizzati per innaffiare i giardini privati non saranno riaperti. La decisione è stata presa dall’amministrazione Vivarelli Colonna in accordo con la società Sistema che da anni si occupa della loro manutenzione. «In sei anni – spiega Alberto Paolini, direttore di Sistema – sono stati spesi per utenze elettriche e manutenzione di pozzi due milioni e 56 mila euro». Un cifra che il Comune non vuole più impegnare per un servizio che riguarda i giardini privati. «Questa è una vergogna che deve finire» commenta il sindaco Anfonfrancesco Vivarelli Colonna e per questo il Comune, al contrario di come avveniva in passato, non aprirà i pozzi irrigui di sua proprietà. «Sono indignato – aggiunge – perché i cittadini non possono pagare per i giardini di pochi»·

Naturalmente il Comune insieme a Sistema apriranno una fase transitoria che consentirà, per chi fosse interessato, singoli cittadini, condomini o consorzi, il passaggio gratuito del possesso dei pozzi. In altre parole i pozzi, qualora ci fossero le richieste da parte dei provati, potranno passare sotto la loro gestione. Questo significherà sia una voltura per le utenze elettriche, oggi tutte in capo al Comune, e accollarsi anche le spese di manutenzione dei pozzi.

«Da un punto di vista tecnico – spiega Paolini – la concessione per l’utilizzo del pozzo deve essere data all’utilizzatore finale e per questi 90 pozzi non era così. Soltanto in 16 casi l’utilizzo era promiscuo, cioè l’acqua del pozzo veniva utilizzata anche per il verde pubblico. Per il resto invece i pozzi venivano utilizzati soltanto da privati».

C’è anche da aggiungere che molti pozzi sono obsoleti e che nel giro di poco tempo sarebbero stati inutilizzabili.

pozzo_lavori_2015

Per quanto riguarda il verde pubblico rimarranno attivi soltanto sei pozzi che erano già di esclusivo utilizzo da parte del Comune.

 

Durante la fase transitoria per accompagnare i cittadini il Comune ha attivato uno sportello dedicato, mirato al passaggio di possesso del pozzo. Per info è possibile scrivere a pozzi@comune.grosseto.it. Per questioni tecniche riguardo al passaggio del possesso si può contattare il numero 0564.488900 di Sistema che fornirà tutte le indicazioni pozzo per pozzo dei costi di manutenzione spesi in questi anni.

Commenti