Quantcast

La fonte dell’Abbondanza restaurata grazie alle donazioni dei mecenati

MASSA MARITTIMA – Grazie alle donazioni di mecenati che hanno usufruito dei vantaggi fiscali offerti dal decreto Art Bonus per chi destina risorse al restauro di beni culturali, il Comune di Massa Marittima potrà in tempi brevi realizzare i primi step di restauro della Fonte dell’Abbondanza.

Si tratterà del recupero  delle parti pittoriche che si trovano nella seconda arcata e dell’istallazione di un’illuminazione idonea a valorizzare questa importante testimonianza storica che accoglie i visitatori proprio all’ingresso del centro storico.

Gli interventi sull’opera e le prospettive per il futuro saranno illustrati giovedì 6 aprile alle ore 16.30 nella sala del Palazzo dell’Abbondanza, soprastante alle fonti. Interverranno il sindaco Marcello Giuntini, Marco Paperini, assessore politiche culturali, Sabrina Martinozzi responsabile dell’ufficio tecnico comunale, Maurizio Giovannetti assessore lavori pubblici, Roberto Nali della MP Esco Srl, primo imprenditore locale che ha deciso di investire in questo patrimonio culturale pubblico e Silvia D’Annibale della Fondazione Montagne Italia, che sin dall’inizio, ha affiancato il Comune in questo progetto: “Art Bonus: l’Albero della Fecondità fa crescere la cultura del territorio”.

“Spero che la partenza del progetto nei tempi previsti e il raggiungimento dei primi risultati ci aiuti a proseguire lungo questo percorso – commenta Paperini – e ad attrarre altri mecenati, interessati alla valorizzazione di uno dei patrimoni culturali più interessanti della città, usufruendo dello sconto fiscale, previsto dal decreto Art Bonus, per chi decide di investire sul patrimonio artistico italiano”.

”Obiettivo della Fondazione Montagne Italia – dichiara il presidente della Fondazione Montagne Italia On.le Enrico Borghi – è tutelare e investire sul valore identitario dei piccoli borghi, che anche alla luce del terremoto che ha colpito di recente il centro Italia, ha mostrato la propria fragilità ma al tempo stesso la volontà di ricostruire a cominciare proprio dai simboli del territorio. Il monumento delle Fonti dell’Abbondanza che ospita l’Albero della fecondità è uno di questi simboli, che attraverso il meccanismo dell’art bonus, insieme al Comune di Massa Marittima, vogliamo restituire alla comunità e farne un polo di attrazione turistica capace di attrarre investimenti e favorire lo sviluppo socio-economico”.

Commenti