Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Banca Tema e Confcommercio insieme per sostenere le attività dei centri storici

GROSSETO – Accordo siglato tra Banca tema, Ascom Confcommercio e centro Fidi terziario: parte da oggi il progetto “Ri-Diamo forma ai centri storici”. Un’operazione congiunta di riqualificazione dei centro storici attraverso finanziamenti rivolti alle imprese che vi operano.

«Questo è uno dei primi prodotti nati dopo la fusione tra le banche – afferma Fabio Becherini direttore di banca Tema -. questo istituto ha una mission: favorire lo sviluppo delle comunità locali. Il prodotto di oggi riguarda i centri storici ed è riservato alle piccole e medie imprese e Start Up, nei settori ammessi dal Fondo Centrale di Garanzia. Abbiamo pensato ad un prodotto in grado di offrire nuovo slancio alle imprese locali per creare sinergie utili all’economia dei nostri Comuni».

I comuni potenzialmente interessati al progetto sono 50 tra le province di Grosseto, Siena e Viterbo ossia quelle in cui banca Tema è presente, e quelli limitrofi. «È un prodotto innovativo perché è anche un sostegno alla liquidità» aggiunge la Banca. Infatti è previsto un massimo di 30% di liquidità in più rispetto all’investimento e dunque all’importo finanziato.

Il finanziamento chirografario potrà avere un importo massimo di 150 mila euro con una durata massima di 120 mesi, di cui 18 mesi di preammortamento e sarà destinato agli investimenti produttivi, alle ristrutturazioni delle attività commerciali e artigianali ubicate nei centri storici.

«Abbiamo pensato ad un prodotto semplice ma utile focalizzato sui centri storici. Un prodotto che dà anche vantaggi importanti alle aziende – precisa Adolfo Rastelli responsabile Marketing Banca Tema -. Finanzieremo la ristrutturazione di imprese ubicate nei centri storici. O comunque nel centro abitato. Competitivi i tassi di interesse: da 1,25 euribor sino ad un massimo di 3,45».

«Siamo qui per invertire una tendenza – commenta Carla Palmieri, presidente di Ascom Confcommercio Grosseto –. Grazie al prezioso impegno ed alla sensibilità di Banca Tema, insieme al nostro Centro Fidi, presentiamo, con orgoglio, uno strumento concreto per lo sviluppo delle imprese che investono nei nostri centri commerciali naturali che, come associazione, abbiamo particolarmente a cuore. Oggi diamo una risposta al problema, oggettivo, del rilancio e della rinascita dei centri storici del capoluogo maremmano e del nostro territorio».

«Centro Fidi, che ha come missione l’agevolare le imprese, ha sposato subito l’idea di un finanziamento studiato per le aziende locali – spiega il direttore Francesco Pela – anche perché proviene da un istituto di credito, come Banca Tema, che ha le proprie radici, il cuore e la testa su questo territorio. Anche Centro Fidi ha cercato di fare il possibile per sostenere il progetto riducendo a zero le spese istruttorie e creando una linea preferenziale per dare delle risposte celeri (sette giorni lavorativi) a tutte le aziende che vorranno approfittare di questa opportunità. Vorremmo accontentarne almeno 150».

Gli interessati possono rivolgersi, per maggiori informazioni, al Centro Fidi Terziario filiale di Grosseto in via della Pace 154, telefono 0564-470230 oppure presso le filiali di Banca Tema.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.