Quantcast

Peep Pizzetti, nessuna irregolarità del Comune. Si chiude la commissione e i 5 stelle di spaccano

GROSSETO – Termina in Consiglio il lavoro della Commissione d’indagine sul procedimento di esproprio Peep Villa Pizzetti: oggi il Comune di Grosseto ha preso atto della relazione finale.

La Commissione, attraverso le dichiarazioni finali del suo presidente, Gianluigi Perruzza, ha affermato di non aver individuato anomalie o irregolarità nell’attività amministrativa che ha qualificato l’iter espropriativo; iter, tecnico amministrativo, condotto nel rispetto delle leggi vigenti e secondo le regole della buona amministrazione.

La relazione finale è poi stata approvata a maggioranza dall’assemblea con il Movimento 5 Stelle che sul voto si è spaccato: Perruzza, che presiedeva la commissione ha votato a favore, mentre gli altre consiglieri hanno votato contro.

E la decisone di votare contro è stata poi commentata da Pasquale Virciglio, capogruppo del gruppo misto, che ha criticato fortemente i 5 Stelle.

«Come capogruppo del gruppo misto – spiega Pasquale Virciglio –  Credo che oggi sia doveroso segnalare un episodio di evidente gravità politica. Oggi viene scritta un’ ulteriore  pagina di bizzarria  politica dei 5 stelle grossetani.Chiedono ed ottengono la presidenza della commissione di indagine area Peep, si elabora dopo 3 mesi di commissioni ( gratuite si intenda) ed ore di lavoro attento per esaminare il carteggio documentale un documento condiviso e firmato da tutti i membri. In prima commissione si discute il documento ed esprimono  parere favorevole e poi in aula votano contro al loro stesso documento firmato e sfiduciano così l’operato del presidente Gianluigi Perruzza loro consigliere a cui va cionostante tutta la nostra solidarietà e ringraziamento per il lavoro svolto . Il sottoscritto ed il consigliere Gino Tornusciolo come membri della commissione riteniamo che questo sia un fatto grave che politicizza colpevolmente una commissione e crea confusione nei cittadini uniche vittime di una situazione per la quale esprimiamo  la più assoluta vicinanza».

Commenti