Quantcast

M5S «Non è così che si aiuta Punta Ala serve programmazione»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – «Perplessità in merito al piano delle opere triennali e al bilancio presentato nello scorso consiglio comunale». Ad esprimerlo è il Movimento 5 Stelle di Castiglione della Pescaia. «Ancora una volta l’amministrazione presenta interventi privi di una progettualità a lungo termine. Si ha la sensazione di interventi volti a dare un ‘contentino’ ai cittadini del capoluogo e delle frazioni, piuttosto che progetti che mirino a portare risultati nel lungo periodo garantendo al nostro territorio quella svolta di cui ha bisogno».

«È vero, sono residente a Punta Ala, ma non per questo ho più a cuore quella zona rispetto ad altre del nostro territorio. La nostra è una politica che guarda al di là del proprio orticello – dice il consigliere Mazzini -. Il nostro voto contrario non nega quindi la necessità di investimenti a Punta Ala, ma non ne approva le modalità. Non è con qualche sistemazione che si risolvono le sorti di Punta Ala, che invece avrebbe bisogno di un’amministrazione presente quotidianamente sul territorio, dimostrando quanto creda nelle potenzialità di Punta Ala, considerandola e trattandola come il fiore all’occhiello del nostro territorio».

Continua il consigliere Mazzini: «I residenti puntalini possono stare tranquilli perché il mio gruppo ha a cuore il futuro e il presente di Punta Ala, dove le numerose problematiche non si risolveranno costruendo oasi nel deserto ma con progetti strutturali, costanti e proiettati nel futuro, per riportare Punta Ala al posto che gli spetta».

Commenti