Collezione Luzzetti, l’opposizione compatta: «Facciamo un consiglio aperto». Appello al sindaco

GROSSETO – Un consiglio comunale aperto per discutere del futuro della Collezione Luzzetti. Il tema è tornato di attualità da poco tempo, da quando è sfumata la possibilità di un accordo tra il Comune e il grande collezionista per ospitare le numerose opere d’arte che Luzzetti vorrebbe donare alla città di Grosseto.

La richiesta arriva da tutti i consiglieri comunali di opposizione che hanno presentato la richiesta formale al presidente del consiglio.

«Come desiderato da molti  in città, sia dentro che fuori il Consiglio Comunale e  in particolare richiesto a gran voce dall’Associazione Grosseto al Centro – in data 9  marzo noi consiglieri della minoranza consiliare – si legge nella nota congiunta di Movimento 5 Stelle, Pd, Passione Grosseto e Lista Mascagni – abbiamo fatto formale richiesta  al Presidente del Consiglio di convocare  entro il mese  un Consiglio Comunale aperto, per un ampio dibattito sulla “questione Luzzetti”.  La donazione della pregiata collezione dell’antiquario alla città di Grosseto è  infatti a nostro avviso un argomento di rilevante interesse per la comunità e, come tale, possiede le caratteristiche perchè possa tenersi,  ai sensi dell’articolo 56 del Regolamento del Consiglio Comunale, un’adunanza aperta».

«Auspichiamo che, con la presenza e la partecipazione  dell’antiquario e della cittadinanza, possa realizzarsi un confronto tra tutte le forze politiche di Grosseto, che porti alla definizione di un percorso condiviso finalizzato alla concretizzazione di tale preziosa donazione alla città. Vogliamo fare di tutto per non perdere una simile opportunità, certi che questo sia il desiderio di tutti i grossetani che hanno a cuore l’arte e la cultura. Confidiamo quindi nel Sindaco e nel Presidente del Consiglio affinchè la nostra richiesta venga accolta»

Commenti