Tagliati i pini vicino alla ferrovia. Sostituiti con magnolie e cipressi

Più informazioni su

GROSSETO – Riguardo l’abbattimento di sei pini in viale Caravaggio il Comune informa che l’azione è dovuta a motivi di sicurezza. Il decreto prescrive che gli alberi si debbano trovare a una distanza dal rilevato ferroviario pari alla loro altezza più due metri, così da non rappresentare un pericolo in caso di caduta dovuta a calamità naturali.

I sei pini tagliati in via Caravaggio sono stati sostituiti dopo il rilascio di un’accurata relazione tecnica stilata da un agronomo. Il professionista ha individuato le piante maggiormente a rischio che sono state immediatamente sostituite con altrettante magnolie, tre cipressi e sei morus. Altre modalità d’intervento sono state valutate, ma non ritenute fattibili.

Un ricambio verde che permette di rispettare le norme e le varie sollecitazioni mosse a Comune e prefettura da Ferrovie dello Stato a riguardo e che – al contempo – accresce il patrimonio ambientale cittadino.

Più informazioni su

Commenti