Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piano arenili a Castiglione: no a nuovi stabilimenti sì a 3 spiagge per cani

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – La giunta municipale castiglionese ha approvato la relazione tecnica predisposta dal servizio pianificazione dando così avvio alla formazione del piano per l’utilizzo degli arenili e la sistemazione della fascia costiera.

Il piano rappresenta l’ultimo livello della pianificazione dello sviluppo lungo la costa del territorio castiglionese, e da attuazione alle previsioni dei nuovi strumenti urbanistici, soprattutto a quelle del regolamento urbanistico approvato lo scorso anno. Lo strumento di governo del territorio contiene infatti una sezione dove vengono puntualmente dettagliati obbiettivi e strumenti per la valorizzazione della fascia costiera.

Le principali finalità che si pone il piano, che riguarda l’intero arenile dalle Marze al golfo di Punta Ala e tutta l’area retrostante, sono la tutela della duna e della fascia pinetata nonché la riqualificazione delle strutture esistenti.

Divieto assoluto di nuovi stabilimenti e di spiagge attrezzate, con l’eccezione della realizzazione di tre aree dedicate agli animali domestici, sono le linee guida che sovrintendono alla redazione del piano mentre disco verde alla realizzazione di nuovi accessi al mare e al reperimento di nuove aree di sosta.

“Il piano degli arenili è l’atto con il quale si completa il rinnovo degli strumenti urbanistici del comune di Castiglione – afferma il capogruppo delegato alla pianificazione e al paesaggio Fabio Tavarelli -. L’atto, che ha natura di piano attuativo verrà redatto interamente a cura degli uffici con un percorso che prevede incontri con gli operatori e i professionisti che operano sul territorio per recepire i loro suggerimenti e assolvere le nuove necessità del turismo balneare. Il servizio pianificazione ha già trasmesso il documento di avvio agli enti interessati per avere i contributi dei soggetti pubblici, primariamente a tutela delle risorse e della fragilità dei luoghi”.

“Il piano attuativo recepirà altresì tutte le misure introdotte dal PIT con valenza di piano paesaggistico, così garantendo la sostenibilità di ogni intervento – conclude Tavarelli – e verrà redatto d’intesa con Regione e Provincia”.

“Il piano della costa – precisa il sindaco Giancarlo Farnetani – è un importante strumento di sostegno all’economia turistica. Permette di ristrutturare gli stabilimenti esistenti consentendo loro di di aggiornare la propria offerta di servizi a un pubblico sempre più esigente e selettivo. La realizzazione di nuovi parcheggi e di accessi pedonali – prosegue il sindaco – alleggerirà le criticità legate alla sosta e favorirà un più razionale utilizzo delle spiagge. Il primo importante segnale di innovazione sarà la realizzazione delle spiagge dedicate agli animali da affezione, così dando una risposta a una esigenza sempre più diffusa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.