Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Autostrada: domani nuova manifestazione. Ecco chi ci sarà

GROSSETO – Nuova manifestazione contro l’autostrada domani, domenica 26 febbraio, in Maremma. Saranno due i cortei che domani mattina partiranno da Grosseto e da Capalbio per raggiungere Orbetello. Lì si incontreranno i rappresentanti delle istituzioni, dei movimenti politici e delle associazioni schierati contro la realizzazione dell’autostrada così come proposta dalla Sat.

«Come sindaco – scrive Andrea Casamenti, primo cittadino di Orbetello -, in rappresentanza della maggioranza che all’unanimità ha preso una forte posizione contraria al tracciato e all’autostrada, Domenica sarò presente alla manifestazione organizzata dalle associazioni contro il tracciato. Un tracciato voluto dal Pd, che era pronto dal 2013, che è stato oggetto di confronto con le Amministrazioni Comunali a partire dal 2013 ma che nessuno tra cittadini e opposizione conosceva perché tenuto nascosto fino a fine settembre 2016 quando ci è stato fatto vedere per la prima volta. In perfetta coerenza con il nostro programma lo abbiamo analizzato, abbiamo sentito i cittadini e poi deciso di rigettarlo totalmente perché devastante con l’aggravante del pedaggio tra i più cari in Italia. Ci siamo resi conto subiti degli interlocutori che avevamo davanti e quindi la nostra posizione è stata durissima con il rigetto totale del tracciato e dell’autostrada stessa. Abbiamo dato già tre pareri negativi a tutti gli organi competenti con la trasmissione di 82 pagine di osservazioni tecniche. Peccato che in passato la precedente Amministrazione Comunale targata pd non abbia mai avuto il coraggio di prendere una posizione di rigetto totale dell’autostrada arrivando anche a sostenere ipotesi di tracciato arancione che divideva un due Polverosa. Ora dobbiamo combattere contro questo tracciato voluto solo dal Pd».

Ci sarà anche il Wwf che «sostiene da trent’anni la messa in sicurezza dell’Aurelia e l’adeguamento in sede, sia come associazione ambientalista, ma anche come gestore e proprietario delle due prime oasi d’Italia, che verrebbero devastate dai cantieri Sat». Tra le associazioni presenti anche Legambiente. 

Sarà presente anche il senatore di Sinistra Italiana Massimo Cervellini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.