Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La scuola media di Paganico insieme al laboratorio Certema per la sfida First Lego

Gli studenti hanno progettato un naso elettronico per allontanare il lupo dalle greggi

GROSSETO – La First Lego League sfida i ragazzi a pensare da innovatori, affrontando un problema reale come la sicurezza alimentare o la crisi energetica, con la progettazione di soluzioni innovative, che richiedono l’applicazione di conoscenze scientifiche e una buona dose di immaginazione. La scuola media di Paganico, dal 2011 partecipa alla gara di robotica Lego, con due squadre di studenti, i Robotici e i Ranakid, coordinate dalle insegnanti Marilena Pratesi, Valeria Zoni e Gastone Pii ( Nella foto in allegato: le due squadre di studenti e al centro il diorama).

Quest’anno gli studenti si sono messi alla prova nell’ulteriore sfida Animal Allies Lego, progettando un naso elettronico in grado di captare e intercettare la presenza del lupo prima che possa attaccare le greggi. Prendendo spunto dal naso elettronico lanciato dal campus biomedico di Roma per la caccia al tartufo, gli studenti hanno pensato ad un dispositivo con sistema Gps, in grado di captare l’odore del lupo, nonché di segnalare in tempo reale la presenza dell’animale all’allevatore, attraverso una app. Il naso elettronico al tempo stesso emette un ululato che allontana il lupo dalla zona del gregge.

Per la presentazione del progetto la scuola si è rivolta al Laboratorio Tecnologico Certema che ha contribuito con i suoi macchinari alla costruzione di un diorama di 1 metro per 80 munito di circuito elettronico. Il plastico riproduce in scala, l’ambiente del bosco, l’ovile e simula l’arrivo del lupo e la conseguente fuga in seguito all’emissione del suono.

“Non abbiamo realizzato il prototipo vero e proprio – spiega l’insegnante Valeria Zoni – ma già la progettazione e l’idea di partenza dei nostri studenti meritano attenzione. Interessante è la possibilità di interagire con i professionisti di Certema, dando ai ragazzi la percezione di come ricerca e innovazione siano fondamentali per risolvere problemi concreti.”

“Certema è un Laboratorio Tecnologico a servizio del territorio – commenta il direttore Stefano Petrella – l’insieme di tecnologia, competenza e accessibilità ci ha portato collaborazioni eccellenti come il Cern di Ginevra, il Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università di Firenze e grandi Corporation come la Terex. Ma siamo altrettanto interessati a coltivare i rapporti con il scuola, a cui guardiamo con grande attenzione, fino al tessuto produttivo locale che ancora non conosce a fondo le grandi potenzialità di avere vicino alla propria azienda un Laboratorio unico in Italia come quello di Borgo Santa Rita, dove si possono studiare e trovare le migliori soluzioni per innovare i processi produttivi e garantire la crescita della competitività. Proprio alle aziende locali dedicheremo delle speciali giornate di presentazione a primavera.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.