Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il dem Cirillo eletto vice presidente, ma il Pd non lo vota. Passa con i voti del centrodestra

GROSSETO – Ciro Cirillo è il nuovo vice presidente del consiglio comunale di Grosseto. È stato eletto stamattina e succede a Emanuele Perugini, pentastellato dimissionario che aveva così liberato lo scranno di sostituto del presidente Claudio Pacella.

Una elezione quella di Cirillo che ha visto però l’astensione del suo partito. Il Pd infatti non ha votato Cirillo, eletto proprio nella lista dem e membro del gruppo consiliare del Partito democratico. Un caso politico insomma visto che la vice presidenza solitamente spetta all’opposizione e che sia i 5 stelle sia il centrosinistra non avevano avanzato candidature ufficiali. Di fatto Cirillo è stato eletto con i voti della sola maggioranza anche perché prima della votazione il capogruppo Pd Lorenzo Mascagni aveva ribadito che il gruppo Pd non avrebbe dato indicazioni di candidature e voti.

Nessuna candidatura invece da parte del Movimento 5 Stelle che hanno preferito lasciare il ruolo ad altri consiglieri di opposizione. «Abbiamo deciso di non candidarci alla vice-presidenza del Consiglio Comunale. Pur riconoscendo l’importanza di tale ruolo istituzionale, da noi ricoperto fino ad oggi con serietà attraverso la persona dell’ex consigliere Emanuele Perugini e consapevoli che si tratta di un diritto della minoranza consiliare, – spiega Daniela Lembo – preferiamo lasciare agli esponenti delle altre forze politiche d’opposizione la possibilità di ricoprire questo ruolo. Com’è noto il M5S non è, come si suol dire, “attaccato alle poltrone”».

«Per noi la priorità è portare in Consiglio la voce di cittadini, sia di quelli che ci hanno dato fiducia con il loro voto che di tutti gli altri e agire mantenendo sempre il bene comune come unico obiettivo. Pensiamo di poter continuare a fare tutto ciò come e meglio di prima, concentrandoci al cento per cento sul nostro lavoro di consiglieri comunali, commissari e presidenti di commissione, che già rappresenta per noi un impegno importante, che desideriamo onorare nel migliore dei modi , così da prestare un buon servizio alla città».

«Speriamo, inoltre, con questo gesto, di dimostrare una volta per tutte, se ancora ce ne fosse bisogno, alle altre forze dell’opposizione che la nostra azione politica è totalmente scevra da qualsivoglia condizionamento esterno, le nostre scelte sono sempre guidate esclusivamente dalle idee e dai principi del Movimento 5 Stelle che, com’è noto, non prevedono alleanze o accordi ma solo, eventualmente, collaborazione su temi o atti consiliari che coincidano con le nostre idee e principi. Siamo certi che chiunque sarà eletto oggi, per ricoprire il ruolo che è stato di Emanuele Perugini, lo saprà fare con altrettanto impegno e serietà, nel pieno rispetto di questa istituzione».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.