Campionato finito per Saletti del Punta Ala, sei giornate ad Hasnaoui del Nuovo Casotto

GROSSETO – In Promozione, un turno di squalifica per recidiva in ammonizione a Mecarozzi dell’Albinia. In Prima categoria, squalifica fino al 9 marzo per l’allenatore del Castell’Azzara Fortunati; a carico di giocatori, una giornata senza agonismo per Mosci e Paoloni dell’Aurora Pitigliano, Vagnoli del Castell’Azzara e, per recidiva in ammonizione, per Pastorello dell’Alberese, Scapigliati del Castell’Azzara, Tino del Paganico e Biagioni dello Scarlino.

In Seconda, stagione finita per Saletti del Punta Ala squalificato fino al 23 giugno poiché “protestando avverso una decisione arbitrale – si legge sul comunicato – correva verso il diretore di gara e lo spingeva con entrambe le mani al petto, con media forza, facendolo indietreggiare di un passo, senza provocare dolore”; salteranno inoltre tre partite Murzi del Roccastrada ed una Giangrande del Saurorispescia, Neri dell’Alta Maremma e, per recidiva, Matteucci del Roccastrada, Bufalini e Pugliese della Maglianese, Venanzi della Marsiliana, Guidi del Montieri, Petroselli del Porto Ercole e Atudorei del Sant’Andrea.

Negli Allievi regionali, fermo un turno Xhafa della Nuova Grosseto Barbanella.

In Terza categoria, tre turni di squalifica a Caruso dell’Arcille, due a Vagheggini del Campagnatico e, per recidiva in ammonizione, uno a Ferrini del Montiano, Najimi della Polisportiva Scansano e Alberto Pellegrini e Alessandro Pellegrini della Torbiera.

Negli Juniores provinciali, tre weekend senza pallone anche per Marinai della Castiglionese e uno per Rabazzi e Shtjefni del Castel del Piano e Giovani del Porto Ercole. Negli Allievi, due giornate a Natale della Virtus Maremma e una a Martini dell’Invicta Grosseto e Tassi del Roselle.
Squalifica fino all’8 aprile per l’allenatore dei Giovanissimi del Massa Valpiana Orlandi; nel girone B, ammenda di 30 euro all’Invicta Grosseto e un turno al tecnico del Saurorispescia Battisti.

Nella Terza categoria livornese, sei gionate ad Hasnaoui del Nuovo Casotto poiché “a gioco fermo – si legge nel comunicato – colpiva con un calcio violento all’altezza del petto un calciatore avversario alla notifica si avvicinava minacciosamente al direttore di gara rivolgendogli frasi offensive”; quattro turni a Garofalo dell’Etrusca Marina per aver colpito al volto con uno sputo un giocatore avversario, tre a Ferro del Real Castiglione ed una a Terracciano del Nuovo Casotto, Alfano e Ciolli del Real Castiglione e Stabile del Real Monterotondo.

Commenti