Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovi cortei contro l’autostrada: sull’Aurelia a passo d’uomo

Due cortei di auto, uno con partenza da Grosseto e l’altro da Capalbio, si ritroveranno alle ore 11 a Orbetello per l’inizio della manifestazione organizzata da associazioni, comitati e cittadini del territorio. Gentili: “L’adeguamento dell’Aurelia rimane l’unica soluzione, oltre a essere la più economica e con il minor impatto ambientale. Domenica daremo l’ennesimo segnale che il territorio non vuole questo progetto”

Più informazioni su

GROSSETO – Si svolgerà domenica 26 febbraio la manifestazione contro il progetto dell’autostrada Tirrenica. La manifestazione, organizzata da associazioni e comitati del territorio, partirà con due cortei di auto (con ritrovo alle ore 9,00 uno dal Parco di viale Giotto a Grosseto, l’altro dal Giardino dei Tarocchi di Capalbio) che si riuniranno alle 11,00 a Orbetello, in piazza Giovanni Paolo II, per ribadire i no al progetto autostradale proposto da Sat. Saranno presenti anche i sindaci di Grosseto, Orbetello, Magliano in Toscana e Capalbio, oltre alla presidente del Parco regionale della Maremma.

“Il progetto non risponde alle esigenze di sviluppo del nostro territorio – ha spiegato Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – e domenica prossima, due giorni prima dell’ultima conferenza dei servizi sul progetto autostradale, ci ritroveremo con i sindaci, tutti i cittadini interessati e il vasto cartello di associazioni e comitati che ha promosso la manifestazione per dare l’ennesimo segnale che l’unica soluzione, oltretutto più economica e con minore impatto ambientale, è quella di adeguare l’Aurelia. Tra le richieste che faremo alla Sat l’apertura di un tavolo di confronto con i sindaci, le organizzazioni (comitati, associazioni, forze politiche) e i cittadini delle comunità interessate, al fine di garantire un’Aurelia pubblica e sicura inserita in un progetto di mobilità integrata e intermodale nel corridoio tirrenico, basato sull’uso di tutti i vettori di trasporto. Legambiente invita tutti i cittadini a partecipare a questa iniziativa per far capire con chiarezza a Regione, Sat e Governo che la Maremma boccia questo progetto autostradale”.

La manifestazione è organizzata da Italia nostra, Legambiente, Wwf, Coordinamento dei comitati e associazioni ambientalisti della provincia di Grosseto, Coordinamento no Sat Colli e laguna di Orbetello, Grosseto al centro, Comitato Maremma viva, Acu Grosseto, Forum ambientalista, Fai Toscana, Comitato al diritto per la mobilità di Tarquinia. Ad oggi hanno aderito anche Insieme a sinistra, Lista civica passione per Grosseto, Movimento 5 stelle, Nuovo millennio, Partito comunista italiano, Possibile, Rifondazione comunista, Sinistra italiana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.