Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

E’ morto l’architetto che ha progettato Punta Ala. Lasciò le sue idee anche a Castiglione

Più informazioni su

GROSSETO – E’ morto Walter di Salvo, uno degli architetti che ha progettato Punta Ala.

“Con profondo dispiacere apprendiamo la notizia della scomparsa di Walter Di Salvo, l’architetto, che a Punta Ala e Castiglione della Pescaia ha lasciato tracce importanti. – si legge nella nota della delegazione Fai di Grosseto – In una delle recenti edizioni delle Giornate di Primavera (alle quale si riferisce la foto che pubblichiamo e in cui lui è a sinistra) organizzate dal Fondo Ambiente Italiano, abbiamo dedicato ampia attenzione alle strepitose strutture architettoniche di Punta Ala, progettate dall’architetto Di Salvo e da Francesco Paolo Piemontese. L’architetto di Salvo in quell’occasione, fu così generoso da aprire le porte della sua casa – villa Di Salvo, a Puta Ala – per accogliere i visitatori del Fai, e rese ancora più preziosa ed unica questa esperienza prestandosi volentieri al ruolo di Cicerone. Ci raccontò gran parte della sua vita, ricca di importanti traguardi professionali e di incredibili ricordi”.

Classe 1926, Walter di Salvo ha redatto il primo progetto dell’insediamento turistico di Punta Ala nel 1959. Ha progettato il bagno La Vela nel 1960, nello stesso anno la chiesa di Punta Ala insieme all’architetto Piemontese, e poi Villa Rusconi e Villa Marzocchi nel 1962, Villa Nanni nel 1963, il ristorante La Bussola nel 1965 ed ancora il complesso Sole Maremma, a Castiglione della Pescaia, segnalato al premio IN-ARCH.

“Ci lascia un grande personaggio – conclude la delegazione FAI di Grosseto – che ricorderemo sempre con affetto e stima. E’ grazie a professionisti come lui, se oggi, l’Italia può vantare un patrimonio architettonico così importante.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.