Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I privati donano 50mila euro, il restauro delle Fonti dell’Abbondanza può iniziare

Più informazioni su

MASSA MARITTIMA – Pronte le risorse per la realizzazione del primo step del progetto “Art Bonus: l’Albero della Fecondità fa crescere la cultura del territorio”.

Si tratterà del restauro delle parti pittoriche della seconda arcata delle Fonti dell’Abbondanza e della sistemazione completa della terza, possibili grazie alle donazioni arrivate al Comune di Massa Marittima: quasi 50mila euro in tutto, di cui 43mila versati dalla famiglia Forte per l’ospitalità fornita in occasione del matrimonio della figlia Lydia a Massa Marittima più 800 offerti da alcuni invitati, cui si sommano i quattromila elargiti dalla giovane azienda piombinese Mp Esco, che ha fatto da apripista nel novembre scorso, puntando su una logica promozionale di ampio respiro, estesa a tutta l’Alta Maremma.

“Ringraziamo tutti i benefattori che con il loro contributo rendono possibile i primi interventi sull’Abbondanza, nei tempi previsti dal progetto complessivo – commenta l’assessore alla cultura del Comune di Massa Marittima Marco Paperini – Entro la fine del 2017 sarà infatti conclusa l’ azione che si concentrerà in particolare sugli affreschi della seconda campata delle Fonti. Spero che la partenza del progetto nei tempi previsti e il raggiungimento dei primi risultati, ci aiuti a proseguire lungo questo percorso, insieme alla Fondazione Montagne Italia che ci supporta sia dall’inizio, e attragga altri mecenati, interessati alla valorizzazione di uno dei patrimoni culturali più interessanti della città, usufruendo dello sconto fiscale, previsto dal decreto Art Bonus, per chi decide di investire sul patrimonio artistico pubblico italiano”.

“Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito – commenta il Sindaco Marcello Giuntini – e in particolare la famiglia Forte, che ha dato lustro alla città, scegliendola come luogo per il matrimonio  di Lydia, figlia di Sir Rocco Forte, con Dimitri Chandris nel settembre scorso. In seguito all’accoglienza ricevuta, è stata elargita la generosa donazione, che ci permetterà di restaurare un bene culturale di grande pregio storico e artistico; nei prossimi giorni prenderò personalmente contatti con la famiglia, per porgere di nuovo i più sinceri ringraziamenti e concordare il modo in cui rendere pubblica per cittadini e visitatori la provenienza del gesto che renderà possibile la partenza della valorizzazione delle storiche Fonti”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.