Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Up!Per una scuola senza stereotipi”: a Follonica si conclude il progetto

Venerdì 10 febbraio, alle ore 17.00 alla Sala tirreno, conclusione del progetto scolastico “ "Up!Per una scuola senza stereotipi", svolto dalla docente Eleonora Pinzuti e ideato dalla Commissione Pari opportunità, su contributo della Regione Toscana

Più informazioni su

FOLLONICA – A Novembre, l’amministrazione, su iniziativa della Commissione Pari opportunità, aveva presentato “Up!Per una scuola senza stereotipi”. Si trattava di un progetto da svolgere nelle scuole follonichesi, con la collaborazione dei due Istituti comprensivi, finalizzato ad educare i bambini a superare le discriminazioni e le diversità di genere.

Il progetto, finanziato dalla Regione Toscana e curato dalla docente Eleonora Pinzuti, si è svolto con 6 classi delle scuole medie ed elementari, per un totale di circa 150 studenti.

Durante gli incontri, sono stati creati alcuni elaborati, che domani saranno esposti alla Sala Tirreno, insieme ai contributi dei ragazzi.

All’incontro, guidato dalla docente Eleonora Pinzuti, oltre ai ragazzi e ai genitori, saranno presenti il sindaco Benini, le assessore Giorgieri e Catalani, la Commissione Pari opportunità, le Dirigente degli istituti follonichesi e le insegnati che hanno collaborato.

” La persistenza di una evidente disparità di genere, che in alcuni casi porta anche a situazioni estreme come il femminicidio – dice la docente Eleonora Pinzuti – è stata la base di questo progetto finalizzato ad abolire stereotipi tra i giovani e creare una società paritaria. L’obiettivo e’ stato quello di seguire una decostruzione degli stereotipi affinché tutti potessero avere accesso alle stesse opportunità e risorse. I ragazzi hanno partecipato in modo attivo e domani saranno esposte le considerazioni finali“.

“Abbiamo creduto da subito in questo progetto – dice l’assessora Mirjam Giorgieri – svolto da una professionista qualificata quale la docente Eleonora Pinzuti. Sono curiosa di sentire i ragazzi, e condivido sull’utilità di trattare simili argomenti sensibilizzandoli ad assumere atteggiamenti non discriminanti, per superare le criticità di una società che sta vivendo attimi di follia e degenerazione. Ci tengo a ringraziare la Commissione Pari opportunità, le Dirigenti scolastiche e le insegnanti, sempre pronte ad accogliere le nostre sollecitazioni”.

Ingresso libero.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.