Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gli alunni dell’Arrigo Bugiani di Follonica ricordano a teatro lo scempio dell’Olocausto: per non dimenticare

Più informazioni su

FOLLONICA – Venerdì 3 febbraio alle ore 10.30, presso la sala teatro della Scuola Don Milani, Istituto Comprensivo Leopoldo II di Lorena, Follonica è andata in scena la rappresentazione teatrale “E vennero a prenderci…”, a commemorazione della Giornata della Memoria 2017. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Follonica e giunta alla sua diciottesima edizione, ha visto impegnata la classe III B della Scuola Secondaria di primo grado ”Arrigo Bugiani”, appartenente all’Istituto Comprensivo “Leopoldo II di Lorena”.

Non è sempre facile affrontare determinate tematiche, soprattutto per ragazzini di 13/14 anni, ma Federico Guerri, scrittore, attore, regista teatrale che organizza e segue tale attività, grazie alla sua professionalità nonché conoscenza in materia, è riuscito a coinvolgere la classe e a far sì che i ragazzi abbiano potuto ricercare materiale, scrivere e mettere in scena un lavoro che conclude un percorso laboratoriale iniziato tre anni fa.

L’intento era quello di sensibilizzare al tema dell’Olocausto, di creare una coscienza libera e allo stesso tempo emozionarsi, condividendo valori imprescindibili. Nonostante la loro inesperienza, gli alunni hanno affrontato con impegno e serietà questo compito, superando i loro limiti caratteriali e il timore di salire su un palco, consapevoli dell’importanza di quello che andavano a fare. Hanno assistito, oltre alle famiglie dei piccoli attori, la Dottoressa Miria Magnolfi, responsabile della Biblioteca Comunale di Follonica, la Dirigente Paola Brunello e le classi II E e III D della Scuola Media “A. Bugiani”, accompagnate dalle loro insegnanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.