Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grosseto-Siena: giù il ponte del Petriolo. A breve aperto nuovo tratto, entro il 2018 verrà terminato il Maxilotto

GROSSETO – Starà su ancora un anno il ponte del Petriolo, sino al 2018, anno in cui è prevista la demolizione senza usare esplosivi. A sostituirlo un nuovo ponte, in acciaio e non più in cemento, che è in corso di costruzione proprio accanto a quello che verrà buttato giù. A fine mese poi sarà aperto un altro tratto della Senese: tre chilometri e mezzo tra Casal di Pari e il ponte, in territorio grossetano.

Il maxilotto (che comprende i lotti dal 5 all’8) dovrebbe essere completato proprio nel 2018: a quel punto, oltre al Petriolo, sarà completata anche la lunghissima (un chilometro e mezzo) galleria di Pari. Il ponte è in fase di completamento (prevede anche al demolizione di un edificio fatiscente delle vecchie terme info a questo LINK): in questi giorni sarà posizionata la soletta su cui poi sarà colato l’asfalto; un’opera titanica: 100 metri l’altezza, 800 la lunghezza.

vecchie terme Petriolo

«L’intervento – come si legge sul sito dell’Anas – riguarda un tratto di circa 12 chilometri nei comuni Civitella Paganico, in provincia di Grosseto, e Monticiano, in provincia di Siena, e comprende 4 svincoli (Lanzo, Casal di Pari, Pari e Palazzo Lama), 8 viadotti da adeguare e 6 da realizzare ex novo (tra cui il viadotto “Farma”, lungo circa 800 metri e alto 100 metri nelle due campate centrali), 3 gallerie naturali per 2,5 km e 7 gallerie artificiali».

«Per garantire la tutela del patrimonio ambientale e archeologico esistente nell’area termale in località Petriolo, dove sorgerà il nuovo viadotto “Farma” – prosegue Anas -, l’Anas ha stipulato un accordo con la società proprietaria del sito, la Unipol, che consentirà di demolire un vecchio edificio fatiscente onde evitare che la viabilità di cantiere possa danneggiare un’antica chiesa del 1300. Inoltre l’impresa Strabag, esecutrice dei lavori del maxilotto, si è impegnata a progettare ed eseguire il restauro dell’immobile e delle mura storiche limitrofe, sulla base delle prescrizioni imposte dalla Sovrintendenza di Siena».

Per il completamento della Siena-Grosseto, una volta terminato il maxilotto, mancano ancora due lotti: il 4 e il 9, il primo interamente in provincia di Grosseto, tra Civitella Marittima e il maxilotto, e il secondo tutto in provincia di Siena, nella zona delle risaie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.