Politica

Gessi rossi: l’opposizione promuove il dibattito, ma ammonisce: «Non parliamo della Vallina»

Dibattito pubblico primo incontro 2017

GAVORRANO – È iniziata la prima fase del Dibattito pubblico sul futuro dei gessi rossi dello stabilimento Huntsman di Scarlino. In seguito al primo incontro, in programma questa mattina, sono intervenuti anche i rappresentanti della minoranza a Gavorrano, il Centrosinistra Bene Comune, che ha accolto «con favore il metodo di percorso partecipativo» appena iniziato.

«Da tempo abbiamo chiesto un dibattito pubblico sull’argomento – afferma Nicola Menale –, parteciperemo in modo attivo e offriamo la nostra massima disponibilità per studiare le proposte che verranno illustrate. Ci confronteremo e contemporaneamente avanzeremo la proposta da noi studiata».

Lo scorso anno, infatti, il gruppo consiliare aveva presentato una proposta per lo stoccaggio dei gessi rossi e dato vita a una prima serie di incontri nelle frazioni. Il primo incontro si era tenuto a Filare nel mese di marzo, frazione mineraria che ospita la cava della Vallina, uno dei siti in discussione per l’eventuale stoccaggio, «ma della cava della Vallina come sito di stoccaggio – sottolinea subito Menale – non siamo nemmeno disposti a parlare. Questo non vuole essere un no ideologico, ma per motivi strutturali la cava della Vallina non è proprio indicata. Secondo noi, invece, la cava della Bartolina ad oggi sembrerebbe il sito più indicato. La nostra proposta a riguardo, contiene tra l’altro un elemento innovativo, ovvero il trasporto dei gessi su rotaie anziché con mezzi pesanti come i camion. Questo potrebbe essere un’occasione per tutti e soprattutto garantirebbe un minor impatto. In ogni caso siamo ben disponibili ad ascoltare anche le altre e le nuove proposte».

Nei prossimi mesi i fattori tecnici ed ambientali verranno studiati nel dettaglio durante il dibattito che coinvolgerà tutte le parti fino a giungere alle conclusioni, previste entro il mese di ottobre. Nel frattempo si svolgeranno gli incontri pubblici, le discussioni con gli esperti e le analisi tecniche.

«Oggi questa sala è gremita –conclude Nicola Menale riferendosi alla partecipazione all’incontro di questa mattina – è un buon segno, anche se la maggioranza delle persone è “addetta ai lavori”. Ci auguriamo che i prossimi incontri abbiamo degli orari più consoni per dare modo a tutti i cittadini di partecipare. Secondo noi l’orario dovrebbe essere adeguato anche ai cittadini che lavorano, proponiamo infatti degli incontri serali per garantire una partecipazione maggiore».

leggi anche
Dibattito pubblico primo incontro 2017
Gavorrano
Gessi rossi, si è aperto il dibattito pubblico. Mesi di confronto, a ottobre gli esiti
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI