Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

120 tonnellate di fieno nelle zone del terremoto: dalla Maremma parte la carovana di camion fotogallery video

Più informazioni su

GROSSETO – In tutto otto tir che dalla Maremma raggiungeranno Amatrice e le zone colpite dal terremoto nel reatino. 120 tonnellate di fieno che, grazie alla iniziativa di Mirko Zanga e la collaborazione del consorzio dei produttori del Latte Maremma, arriveranno nelle stalle delle aziende che hanno subito danni del sisma e hanno dovuto affrontare anche le difficoltà delle intense nevicate delle scorse settimana.

Fieno per Amatrice

Una carovana della solidarietà che oggi pomeriggio si è data appuntamento sulla vecchia Aurelia all’altezza di Spadino per fare il punto della situazione e preparare la partenza in programma per questa notte.

L’idea è nata in modo spontaneo e ha coinvolto circa 50 agricoltori della zona.  «Oltre all’emergenza delle popolazioni colpite dai terremoti e dalle avverse condizioni meteo – ha dichiarato Fabrizio Tistarelli, presidente del Consorzio produttori Latte Maremma – c’è un’emergenza animali allevati rimasti senza riparo e cibo».

«Ecco che ancora una volta il mondo dell’agricoltura si rimbocca le maniche e si mette a disposizione. Proprio noi che da anni viviamo nell’incertezza e nella mancata tutela delle nostre produzioni, sappiamo cosa vorrebbe dire per gli allevatori perdere i propri animali. Sarebbe la chiusura definitiva. Perché quando un’azienda agricola chiude non riaprirà più».

Fieno per Amatrice

Dietro a questa iniziativa c’è il lavoro di un bergamasco che da tanti anni lavora in Maremma. Si tratta di Mirko Zanga, commerciante di foraggio. Sua l’idea e immediata l’adesione di tante aziende. «Quando Mirko ci ha sottoposto questa idea – prosegue Tistarelli – è bastato un messaggio su whatsapp per trovare subito la disponibilità dei soci di Latte Maremma più vicini a Grosseto. Sono veramente soddisfatto della risposta dei nostri allevatori ma non ne avevo dubbio».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.